don blascoLa firma del protocollo d’intesa per la Via del mare – afferma Felice Calabrò – rappresenta un traguardo vitale per l’intero sistema della viabilità cittadina e dei collegamenti nello Stretto, nonostante siano stati necessari 14 anni per arrivare a questo risultato. Al Presidente della Regione Rosario Crocetta, all’assessore regionale ai Trasporti ed alle Infrastrutture Nino Bartolotta ed alle Autorità che hanno consentito la firma dell’accordo va il nostro ringraziamento. Nel nostro programma – prosegue il candidato a sindaco –  la riqualificazione della via Don Blasco, la realizzazione della Via del mare, sono nodi cruciali all’interno di un nuovo modo di concepire il sistema trasportistico cittadino. Abbiamo dovuto aspettare più di un decennio per arrivare ad una firma, adesso il nostro augurio è che si proceda con celerità verso le altre tappe, come il reperimento delle risorse finanziarie e l’avvio dei cantieri. La valorizzazione della zona falcata, la riqualificazione dell’intera area che ne conseguiranno, sono tasselli fondamentali per la liberazione dell’affaccio a mare e lo spostamento del traffico pesante a sud, a Tremestieri. Ma non basta, perché per dare respiro e tornare a guardare il nostro Stretto senza le gabbie che attualmente lo impediscono, dobbiamo essere in grado di dare alla città una rete di arterie stradali di facile accesso. Oltre alla Via del mare ed alla rimodulazione del percorso del tram – conclude l’esponente politico – dobbiamo puntare alla realizzazione della Strada di mezzacosta che potrà diventare quella “tangenziale” cittadina che ancora manca a Messina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× tre = 3