iovoloContinua il progetto “Io. Volo. Io Volontario”. Martedì 25 febbraio, dalle 16.00, presso il “Savio” di Messina (in via Lenzi n. 24), si svolge un incontro sul tema “Io e gli altri: stammi vicino ma non mi soffocare. Le relazioni che aiutano, le relazioni che ci fanno soffrire”. Partecipano all’incontro gli alunni delle scuole Basile, Jaci, La Farina, Maurolico, Don Bosco, Savio – SCN e Spirito Santo di Messina. Si tratta dell’Azione IV del progetto dal titolo “Giovani peer educator”, coordinata da Salvatore Rizzo (Centro Studi Ecos-Med). Dopo l’introduzione di Ennio Marino, presidente di Telefono Amico, conduce l’incontro lo psicologo e psicoterapeuta Angelo Costantino e coordina l’esperto del Centro studi Ecos-Med Salvatore Rizzo. Il responsabile del progetto è don Umberto Romeo, mentre la professoressa Enza Sofo lo dirige.

Il progetto “Io. Volo. Io Volontario” è sostenuto dalla Fondazione CON IL Sud, con il CePAS come associazione capofila e come partner Avulss, Telefono Amico, Dipartimento economico “Pareto” (Università di Messina) e Oratorio Salesiano di Messina. L’obiettivo è quello di valorizzare e potenziare la rete costituita tra le associazioni di volontariato Cepas, Avulss e Telefono Amico insieme con l’Oratorio Savio e il Dipartimento “W. Pareto” di Economia, Statistica, Matematica e Sociologia dell’Università di Messina, già esistente e attiva da diversi anni sul territorio della città, al fine di qualificare, motivare e dotare di nuovi strumenti e tecniche di servizio attivo i volontari già aderenti alle associazioni e di stimolare nei giovani il senso civico e la partecipazione attiva.

Il Progetto prevede quattro momenti – azioni – articolati e orientati alla formazione di volontari impegnati in una presenza attiva nella Città.

Azione IV – Giovani Peer Educator

Obiettivi: Promuovere l’integrazione di studenti italiani e immigrati abilitandoli alla partecipazione sociale e alla cittadinanza attiva attraverso processi di peer education. L’attività sarà suddivisa in 3 moduli. Il primo con modalità interattive sarà finalizzato all’acquisizione di competenze emotive, relazionali e operative per favorire l’ empowerment e l’integrazione degli studenti italiani e immigrati nel contesto scolastico e sociale. Il secondo modulo sarà indirizzato a trasmettere conoscenze e consapevolezza sui principi e tematiche della cittadinanza attiva, soprattutto sulla legalità. Il terzo modulo invece consisterà nella trasmissione ai coetanei delle conoscenze e competenze acquisite, attraverso metodologie e linguaggi in uso nei giovani.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ cinque = 6