Di seguito il comunicato stampa che è stato scritto dagli studenti residenti negli alloggi  “San Gennaro” dell’Università della Calabria a seguito di una loro azione simbolica con striscione, svoltasi per lanciare il comitato di quartiere appena nato e far conoscere le loro intenzioni rispetto ai progetti del nuovo anno.
“Nella giornata di lunedì pomeriggio, alcuni studenti degli alloggi “San Gennaro” dell’UniCal hanno simbolicamente attaccato uno striscione all’ingresso dello studentato con la scritta “Riprendiamoci gli spazi, viviamo il San Gennaro!”. Si tratta di un gesto importante, che vuole dare avvio ad un processo di discussione e più ampia partecipazione all’interno di questo importante spazio studentesco dell’università. In questi giorni, infatti, è iniziata la costituzione di un comitato di quartiere proprio per segnare una rottura rispetto al recente passato, fatto di strumentalizzazioni e mercificazione degli spazi da parte dei vari capi condomini legati alle associazioni studentesche, per altro mai realmente eletti ma cooptati. Il comitato vuole proporre una diversa visione degli spazi comuni, completamente chiusi nel periodo del Covid, per rimettere al centro la socialità e l’aggregazione, così da prevenire fenomeni come quelli già riscontrati di molestie verbali e fisiche, ma anche e soprattutto per permettere agli studenti di questo alloggio di fruire di una serie di servizi collettivamente gestiti che gli facciano vivere a piano l’esperienza del campus, al di là delle vuote parole della governance d’Ateneo. Le classifiche Censis, con cui l’UniCal tanto si fa bella, non trovano infatti riscontro reale nella quantità e qualità dei servizi di cui possiamo usufruire, specie dopo un anno e mezzo di azzeramento della vita del Campus.I ragazzi del Comitato hanno voluto, in questo modo, lanciare un messaggio forte già per l’inizio del nuovo anno accademico, verso cui stanno proiettando la loro azione, intenzionati a portare un diverso modello di vivere il Campus.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 − = quattro