Immagine dal web
Immagine dal web

Carnevale da favola a Soverato. Ha aperto il corteo su corso Umberto I il carro allegorico del quartiere Corvo, che si è ispirato alle favole moderne ambientate a Bollywood, sede di produzione del cinema popolare indiano. Il quartiere Corvo ha voluto rappresentare in chiave scherzosa il contrasto che vive l’India di oggi tra la voglia di modernità e il rispetto delle tradizioni culturali e religiose. I protagonisti del carro sono stati il mitico elefante blu cavalcato dalla dea Calì e i guru. La sfilata è proseguita con il carro del quartiere Arenile, in cui c’era la bellissima Cenerentola su una sontuosa carrozza trainata da 6 cavalli bianchi, e poi al seguito la fata, il principe azzurro, l’intera corte, finanche l’orologio che segnava la mezzanotte. Il carro del quartiere Caramante, invece, ci ha portato nel Paese delle Meraviglie con Alice. Bizzarri personaggi hanno popolato le strade, abbiamo visto conigli, topi e anche carte che sapevano parlare, camminare e ballare. Insomma il Paese delle Meraviglie di Caramante è stato davvero una metafora del mondo reale. La favola è continuata con il Carro del quartiere Torrazzo con “C’era una volta, in un antico regno d’Oriente un ragazzo di nome Aladdin”. Accanto a lui il genio della lampada, la principessa Jasmine, Jafar, Abù, il sultano e tanti altri. A bordo del Carro di Bonporto c’era il burattino Pinocchio e tutta l’allegra combriccola delle sue avventure, famosissimi nell’immaginario collettivo, compresa una balena lunga ben 10 metri, scortata da due gendarmi seguita da molti Pinocchio, fatine, gatti, volpi, mastro Geppetto e altri personaggi. In coda ha sfilato il carro della Volley Soverato . I carri sono stati illustrati da due speaker d’eccezione: Lino Gerace e Tonino Pittelli. Ricordiamo che i carri allegorici sono stati creati dai quartieri di Soverato anche grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale e della Pro Loco, per il sesto anno consecutivo. Coriandoli, stelle filanti e musica sono stati anche gli ingredienti di questa appena trascorsa domenica di Carnevale. Il pubblico non si è fatto intimorire dalla pioggia. Infatti si è munito di ombrello e di cappuccio. Una manifestazione, quella del Carnevale di Soverato, che già in passato ha calamitato l’attenzione dei media e del pubblico per la sua innata vivacità e popolarità, che, ancora una volta, si è confermata “favolosa”. Il Carnevale a Soverato continua questa sera. Alle 18 il corso Umberto I , lato Sud, si trasformerà in un salotto per una “Chiaccherata tra le maschere dell’Arte” . Il quartiere Suveraru non ha potuto realizzare un carro per motivi interni, ma ha dato la paternità ad una festa in cui sfileranno, attraverso un percorso storico-culturale, le maschere tipiche dal Trentino Alto Adige alla Sicilia. Un evento a misura di bambino in cui si spiegheranno le maschere tradizionali del nostro Paese. Sempre oggi grande festa in piazza Maria Ausiliatrice con degustazione dei dolci tipici di Carnevale. Nel corso di questa allegra festa si terrà l’estrazione della cosiddetta “Riffa di Carnevale”, i cui premi sono particolarmente “appetitosi”. Il 1. premio è una stagione balneare 2011 al Lido San Domenico; il 2. un abbonamento alla stagione teatrale 2011/12 al Teatro Comunale di Soverato, il 3., infine, una televisione.

Gazzetta del Sud del 7.03.2011 – Maria Anita Chiefari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× cinque = 35