guardia-di-finanzaDistraeva e investiva in borsa i fondi antiusura. Lo ha scoperto la Guardia di Finanza di Catanzaro, che ha arrestato Salvatore Frioio, 57 anni, presidente del Consorzio Fidi di Soverato. Il Nucleo di polizia tributaria ha smascherato il medico di base che ripetutamente, secondo le Fiamme gialle, ha sottratto i fondi pubblici erogati dal Ministero dell’Economia e delle finanze destinati alla prevenzione dell’usura. Il professionista deve rispondere, oltre che di peculato, anche di falso in atto pubblico per aver attestato falsamente, nelle rendicontazioni al Ministero sull’utilizzo dei fondi ricevuti, l’esistenza di contributi sui conti correnti del Consorzio mentre, invece, questi erano gia’ stati distratti o sottratti; di simulazione di reato per aver denunciato falsamente il furto della documentazione contabile del Consorzio per impedirne la verifica e l’ispezione disposta dal Ministero; di false comunicazioni sociali per aver esposto fatti materiali non rispondenti al vero nei bilanci del Consorzio per mascherare l’appropriazione delle somme, ingannando i soci e terzi. A dare un impulso alle indagini e’ stato il ritrovamento della documentazione che Froio aveva denunciato come rubata alla struttura Villa Elisa, sede di fatto del Consorzio Fidi. In tutto sono cinque le persone iscritte nel registro degli indagati. Il gip di Catanzaro ha disposto per il presidente del Confidi la misura degli arresti domiciliari.

Strill.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 × cinque =