RIACE (REGGIO CALABRIA), 17 LUG – E’ da oggi in sciopero della fame per chiedere il rispetto dei diritti dei rifugiati Domenico Lucano, sindaco di Riace, nella locride, che ha accolto diverse famiglie di profughi giunti in Calabria dopo lo sbarco a Lampedusa. ”Da un anno – spiega – non riceviamo piu’ contributi dalla Protezione civile e la situazione e’ insostenibile. Ci stanno prendendo in giro”. Nel suo paese vivono 150 rifugiati tra cui 30 bambini. ”Viviamo un’emergenza nell’emergenza”. (ANSA)