3 gennaio 2010 – Verrebbe da dire «giù le mani dalla vallata dell’Alaca» ma, in realtà, nessuno sta tentando di appropriarsene. Semplicemente, se ne parla in seguito ad una segnalazione effettuata dal consigliere comunale di San Sostene, Francesco Corapi, il quale ha scritto alla Camera di commercio di Catanzaro per evidenziare un errore all’interno della brochure “Cassiodoro: Strada del vino e dei sapori”. «Leggendo l’itinerario numero due – evidenzia Corapi – ci si imbatte in un grossolano errore, laddove si attribuisce la vallata del fiume Alaca ad un altro Comune, che sicuramente on ha bisogno di altre esaltazioni artistiche ambientali, e non al comune di San Sostene ove sono presenti questi bellissimi beni ambientali». Non una “battaglia” improntata al campanilismo né allo spirito polemico ma semplicemente un “dare a Cesare quel che è di Cesare” spiega Corapi che, evidenziando la bontà dell’iniziativa di realizzare una guida che rivolge grande attenzione al territorio, chiede però al presidente della Camera di Commercio che «nella successiva stesura della guida si corregga il grossolano errore, ampliando anche la legenda descrittiva sui reperti storici e artistici del comune di San Sostene». (f.r.)

Gazzetta del Sud del 3.1.2010

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ sette = 10