rosarno8 gennaio 2010 – Continua la protesta di oltre duemila extracomunitari nel centro della piana di Gioia Tauro E’ ripresa stamattina a Rosarno la protesta degli extracomunitari e nel paese della Piana di Gioia Tauro si respira un’aria di grande tensione. Un uomo è salito sul tetto della sua casa a Rosarno e ha sparato dei colpi di fucile in aria per difendere la moglie e le figlie che erano state oggetto di colpi di pietra da un gruppo di immigrati che stavano transitando. Gli stessi immigrati sono entrati dentro l’abitazione della famiglia. Un gruppo di immigrati è venuto a contatto con un centinaio di abitanti di Rosarno: la situazione al momento, anche se molto incandescente, è tenuta sotto controllo dalle forze di polizia. Ci sono stati momenti di tensione tra un gruppo di abitanti di Rosarno e le forze dell’ordine dopo che un giovane era stato fermato perchè stava litigando con un immigrato che stava partecipando alla protesta davanti al Municipio. Gli animi si sono calmati dopo che il giovane, che era stato bloccato, di fronte alle proteste degli abitanti, è stato rilasciato. La situazione, comunque, resta assai tesa. Circa duemila extracomunitari hanno intanto raggiunto in corteo il Municipio di Rosarno. I manifestanti stanno caratterizzando la loro protesta con slogan e richieste tra cui quella che una loro delegazione venga ricevuta dal Commissario prefettizio Domenico Bagnato (che regge il Comune di Rosarno) per esporre le loro problematiche. Contemporaneamente, un gruppo di abitanti di Rosarno ha raggiunto la zona antistante il Municipio dove son concentrati gli immigrati che stanno attuando la protesta. Tra gli abitanti c’è preoccupazione e malumore per la protesta degli immigrati. La situazione, comunque, resta tesa ed è altissimo il timore che possa degenerare. Molti degli immigrati, comunque, sono ubriachi e stanno seminando il panico in città dove una donna a bordo di una Grande Punto pochi minuti fa è stata aggredita e salvata grazie a Polizia e Carabinieri che in massa tentano di arginare le proteste. Gli extracomunitari si sono lasciati andare ad atti di vandalismo: hanno danneggiato le vetrine di alcuni negozi e rovesciato molti cassonetti della spazzatura. Rosarno è blindata dalle forze dell’ordine. La situazione è sempre più preoccupante anche perchè si stanno unendo agli immigrati in protesta altri gruppi provenienti dai centri dell’hinterland. Non si conoscono ancora le vere intenzioni dei manifestanti, nè quanti se ne raccoglieranno nelle strade di Rosarno.

foto di Franco Cufari

Tempostretto.it – Peppe Caridi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 × = quindici