giovani 23Il “Piano Locale Giovani”, approvato dalla Giunta municipale, è stato presentato stamani dal sindaco, on. Giuseppe Buzzanca, e dall’assessore alle politiche della famiglia, Dario Caroniti, nel corso di una conferenza stampa tenutasi a palazzo Zanca. Il piano prevede un finanziamento da parte del Ministero delle politiche giovanili di 408 mila euro, in due anni. Il progetto è orientato ad azioni nel campo del recupero ambientale, del sociale, dello sport e della creatività artistica che saranno attivate da giugno, non appena definita la partecipazione attraverso i bandi. Le attività rivolte ai giovani, intese come politiche di fusione sociale e di sviluppo delle migliori risorse umane, hanno ribadito il sindaco Buzzanca e l’assessore Caroniti, sono il centro delle manifestazioni, dei servizi per l’informazione e la formazione, ed anche di iniziative di promozione culturale e per il tempo libero. Il Piano Locale Giovani (PLG) intende creare una piattaforma sociale per mettere in risalto e sensibilizzare il dialogo e la comunicazione tra le nuove generazioni ed il territorio in cui i giovani vivono, studiano e operano, permettendo soluzioni adeguate alle necessità odierne . La creazione di una piattaforma per le politiche giovanili consente il coinvolgimento di organizzazioni sociali, pubbliche e private presenti sul territorio; l’attivazione di strutture di supporto per la produzione e fruizione della cultura al fine di valorizzare risorse ed energie creative; la conoscenza dei metodi e dei criteri di sviluppo culturale, l’aumento delle competenze e dell’autonomia dei giovani cittadini nella ricerca e nell’accesso alle informazioni ed alle conoscenze; il ruolo di mediazione culturale svolto dall’Ente locale, tra giovani e comunità e tra giovani ed organizzazioni economiche, sociali e sportive; la capacità delle azioni previste di innescare processi stabili di innovazione ed impresa; di incentivare e valorizzare una costante e sistematica attività di osservazione, analisi statistica, monitoraggio della vita giovanile nei territori di riferimento, in termini di consumi culturali ed interessi ambientali. L’Amministrazione con questi presupposti intende aderire al PLG e si propone negoziatore consapevole tra le politiche pubbliche giovanili e la promozione della territorialità. Lo staff di assistenza tecnica centrerà il proprio lavoro su alcuni criteri metodologici che, nelle esperienze analoghe condotte nei 27 territori della sperimentazione, sono emersi come necessari per accompagnare ed assistere lo sviluppo del Piano: la dialettica, il dialogo, il confronto tra l’autonoma iniziativa/responsabilità della partnership locale nel determinare le priorità locali ed il quadro di indirizzo nazionale e regionale delle politiche per l’autonomia; la centralità della rete e del sistema locale nel PLG, attraverso un lavoro di riconoscimento degli attori pubblici e privati del territorio interessati alle priorità individuate, avviando una strategia di collaborazione ed integrazione; lo sviluppo delle competenze locali nella conduzione del PLG; la centralità metodologica della cura del processo di progettazione ed attuazione; la trasversalità dei contenuti, delle aree tematiche, dei problemi delle politiche giovanili. Il PLG è la risposta organizzativa, metodologica e procedurale alla necessità di dare nuova forma alla nuove politiche giovanili e la partecipazione deve quindi essere un obiettivo da costruire nel tempo, all’interno di un confronto attivo e con i giovani e con le loro concrete aspettative ed interessi di vita.

0 pensiero su “Presentato a Palazzo Zanca il “Piano Locale Giovani””
  1. salve a tutti, io sono arrivato in ritardo alle selezioni ecc…vorrei sapere quando posso spedire la mia domanda…quando saranno le prossime selezioni! attendo risposta. grazie ciao a tutti!

  2. ho perso i dati della domanda on-line inviatavi a dicembre .per sapere quando mi devo presentare per il concorso ,come posso fare?e per saper il mio codice di presentazione… gerazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


otto × 6 =