polizia di statoLa Polizia di Stato esegue provvedimenti cautelari restrittivi nei confronti di quattro soggetti responsabili di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. La locale Squadra Mobile, in collaborazione con le Squadre Mobili di Bologna, Catanzaro e Caserta, ha dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Messina, dottoressa Maria Vermiglio, su richiesta dei Sostituti Procuratori Dottor Fabio D’Anna e Dottoressa Liliana Todaro, nei confronti di Guglielmo Camillo, messinese di anni 46, Sallem Hamed, cittadino di nazionalità algerina, di anni 30, CentorrinoTommaso, messinese di anni 52, e Festa Fabio, messinese di anni 33.

 Due dei soggetti raggiunti dalla medesima ordinanza risultano irreperibili.

Nel corso delle perquisizioni domiciliari effettuate a carico degli indagati, presso una delle abitazioni perquisite, sono stati rinvenuti e sequestrati grammi 67,3 di sostanza stupefacente del tipo marijuana ed un bilancino di precisione a carico di Trimarchi Paolo, messinese di anni 30, con precedenti per rapina e ricettazione, tratto pertanto in arresto in flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio.

 Le indagini, avviate il 4 aprile del 2011, dopo l’arresto di Festa e Barbera, nella cui abitazione gli agenti avevano rinvenuto 28,6 grammi di eroina e 4,9 grammi di marijuana, e sviluppatesi sino al luglio 2011, a carico di numerosi indagati, hanno consentito di accertare l’esistenza e l’operatività di un’organizzazione criminale operante in questo centro cittadino e provincia, dedita in via pressoché esclusiva al traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti.

Attraverso moduli operativi articolati e complessi la suddetta organizzazione riusciva a garantire puntuali rifornimenti con cadenza mensile di sostanza stupefacente del tipo eroina che si aggiravano intorno ai due chili e mezzo circa volta per volta.

Oltre all’utilizzo sistematico di utenze radiomobili intestate a terze persone, non direttamente riconducibili agli indagati, l’organizzazione faceva ricorso ad appellativi di fantasia per non consentire l’identificazione dei relativi membri.

I viaggi per l’acquisto di forniture di sostanza stupefacente sulla piazza di Bologna venivano effettuati dagli indagati mediante l’impiego di autovetture noleggiate, opportunamente modificate nella parte sottostante il sedile posteriore, ove veniva ricavato un vano per l’occultamento dello stupefacente.

Nel corso delle indagini, sono stati acquisiti importanti riscontri. Tra i più significativi si evidenzia che in data 28.05.2011 veniva tratto in arresto Centorrino in quanto trovato in possesso di kg 2,569 di sostanza stupefacente del tipo eroina nonché della somma contante di Euro 11.000; in data 07.07.2011 veniva tratto in arresto Sallem Hamed, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo eroina per complessivi gr. 16,20, nonché un involucro contenente 0,27 gr. di cocaina; inoltre nella circostanza veniva sequestrata la somma di euro 2818,00, ritenuta provento di attività illecita, nonché materiale solitamente utilizzato per confezionare sostanze stupefacenti.

 Sono in corso indagini al fine di rintracciare gli indagati resisi irreperibili.