Uno stillicidio continuo, quello delle autovetture distrutte da incendi in tutto il comprensorio soveratese Poco dopo le ore 23 e 30, la richiesta di intervento è arrivata al centralino dei vigili del fuocodi località“Caldarello”di Soverato destinazione Isca dello jonio centro storico, dove l’autovettura Alfa Romeo 75, di proprietà di un cittadino di nazionalità rumena parcheggiata vicino alla sua abitazione era preda dellefiamme, con un fumo neroe densocheavevaallertato iresidenti della zona, in via Sparuto in pieno centro abitato.Nonostante l’immediato intervento dei vigili del fuoco giunti sul luogo dell’incendio con il capo squadra Antonio Leone, della autovettura restava solo un mucchio di lamiere fumanti. Sono in corso indagini da parte degli inquirenti giunti sul posto per accertare le cause dell’incen – dio. Unaltro rogoasoloun giornodidistanza dall’incendio doloso a Soverato in via Piave in pieno centro abitato, alla automobile Wolkswagen Polo di proprietà del giudice Aleardo Zangari Del Prato che presta la sua opera presso il tribunale di Catanzaro, sezione esecuzioni di Chiaravalle Centrale. O quella diun giovane commerciante domiciliato preso il villaggio Lopilato nel comune di Stalettì, con un incendio che ha distrutto la sua nuova Golf GT Wolkswagen, oancora allaForddi unadonna residente nel comune di Montauro,o ancora aMontepaone lido,dove sonostate date alle fiamme due autovetture abbandonate, una Elba Innocenti e una Fiat Palio.

Fonte: Il Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


nove + = 16