L’ Amministrazione Comunale e l’Istituto Comprensivo “Aldo Moro” di Guardavalle presentano “Il diario per una vita migliore”. Una iniziativa per le scuole sulla legalità ideata da Domenico Geracitano, Tecnico Capo della Polizia di Stato di Brescia. Il Diario raccoglie infatti un vademecum creato per i ragazzi delle scuole per educare, formare e responsabilizzare gli adulti di domani. L’incontro si svolgerà domani, sabato 17 settembre 2011, con inizio alle ore 18.00 presso la sala del Museo Pietrarotta.

Programma:

  • Saluto del Sindaco di Guardavalle Giuseppe tedesco
  • Introduce: Alfredo Lancellotti, Dirigente Scolastico

 

Intervengono:

  • Domenico Servello, Diurigente Scolastico
  • Domenico Geracitano, autore del Diario
  • Nicola Gratteri, Procuratore Aggiunto Tribunale Reggio Calabria
  • Antonio Nicaso, Scrittore
  • Maurizio Marinelli, Direttore Centro Studi P.S.
  • Filippo Veltri, Responsabile Ansa calabria
  • Mario Tassone, Componente Commissione Antimafia
  • Giuseppe Mirarchi, Dirigente Vicario V.S.R.
  • Antonio Repucci, Prefetto di Catanzaro
  • Coordina Rossella Galati, Giornalista

I ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Aldo Moro” di Guardavalle avranno l’opportunità di conoscere “Il diario per una vita migliore” ideato dal guardavallese Domenico Geracitano, poliziotto a Brescia e responsabile dell’Associazione Sportiva “Atletica Desenzano. All’interno consigli ai ragazzi per difendersi dai bulli, suggerimenti sull’alimentazione e lo sport.

Banner informativo


Nel Diario, ogni settimana si alterna uno dei tre personaggi protagonisti Poli, Mico e Mima che affrontano argomenti sulla legalità, sullo sport e sull’alimentazione, esposti in modo semplice e divertente.

Uno dei tre personaggi, cioè Poli porta un berretto della polizia e avverte di non lasciare nome, cognome e indirizzo o numero di telefono a persone sconosciute e da consigli per non diventare obiettivo di bulli o rimanere vittime di prepotenze.

I consigli della Polizia contenuti nel diario sono stati curati dal commissario Sara Del Rosario della questura di Brescia, mentre per l’alimentazione ci ha pensato la nutrizionista Mara Verardi e per lo sport Domenico Geracitano.

Per quanto riguarda la legalità, trattata dalla mascotte “Poli”, troveremo all’interno frasi del genere: <<Difficile per il bullo prendersela con te se racconterai ad un amico cosa ti sta succedendo>>, oppure <<Quando il bullo vuole provocarti fai finta di niente ed allontanati>> o ancora <<Se sai che qualcuno subisce delle prepotenze, dillo subito ad un adulto. Questo non è fare la spia, ma aiutare gli altri. Potresti essere tu al suo posto e saresti felice se qualcuno ti aiutasse>>.

La mascotte “Mima”, rammenta di mangiare frutta e verdura secondo le indicazioni di una esperta nutrizionista.

Mico” (che per noi guardavallesi è Domenico in lingua italiana) è invece la mascotte arancione che parla ai ragazzi di sport: <<Con lo sport fortifichi il corpo, diventi agile e prestante>>; <<Il gioco di squadra ti insegna a collaborare, a partecipare senza voler primeggiare>>.

Un progetto pensato per i ragazzi con consigli sulla legalità, sulla corretta alimentazione, su una sana vita sportiva. L’obiettivo è quello di educare al rispetto delle regole e al rispetto degli altri.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 − sei =