Cenobio1aMessinaSud riceve e pubblica – (Galleria fotografica all’interno) – La segreteria Comunale del Partito Democratico, sollecitata dalle numerose lamentele pervenute da parte dei cittadini, ha effettuato un sopralluogo al Gran Camposanto Monumentale per verificare la fondatezza delle segnalazioni. Alla conclusione della visita non si può fare a meno di denunciare lo stato di abbandono in cui versa il Gran Camposanto Monumentale. In alcuni punti non è possibile accedere, i servizi per i cittadini sono ricoperti da vegetazione infestante, alle sepolture non viene data la giusta dignità così come i parenti dei defunti sono costretti ad aggirarsi in quello che più che un cimitero è ridotto ad un terreno infestato da erbacce. Particolare sconcerto suscita lo stato dell’area del Cenobio nella quale sono collocate vere e proprie opere d’arte completamente sommerse dalla vegetazione infestante. Nelle altre zone (ad es. Palmara) la protratta mancanza di interventi ha determinato uno stato di degrado visivo e strutturale che non è certamente compatibile con quello che dovrebbe essere lo stato ordinario del secondo Cimitero Monumentale d’Italia e di una città metropolitana. La sensazione di completo abbandono e di incuria che si percepisce immediatamente visitando quest’area monumentale e rappresentativa della città aumenta al ricordo di come era curato negli anni precedenti così per come documentato fotograficamente. Questa ulteriore segnalazione di disattenzione e di incuria dell’attuale Amministrazione nei confronti della città si aggiunge alle precedenti rendendo possibile delineare un quadro complessivo di scarsa capacità di gestione, di reperimento somme, di progettualità e di programmazione. Rivolgersi ad altre Amministrazioni come fatto per l’Anas relativamente agli svincoli, all’Esa perla parziale pulitura delle spiagge, all’Azienda Foreste per la manutenzione delle Ville cittadine costituisce una dichiarazione evidente dei limiti dell’Amministrazione attiva relativamente alla gestione dell’ordinario. La segreteria Cittadina del PD non ritiene utile l’attivazione di iniziative una tantum per far fronte a detti limiti e sollecita l’Amministrazione ad attivarsi per conseguire il raggiungimento degli standard minimi di vivibilità degni di una città come Messina. L’iniziativa pubblicizzata dal Sindaco della riqualificazione di 50 piazze della città non è altro che un intervento marginale di ordinaria manutenzione che dovrebbe essere programmato per tutta la città. Invece quanto sopra esposto insieme all’abbandono della gran parte della città dimostrano il fallimento assoluto delle politica di igiene ambientale e di cura e manutenzione del verde. La documentazione fotografica allegata e quella in nostro possesso attestano lo stato dei luoghi rappresentando testimonianza oggettiva e non strumentalizzazioni politiche.

Il Segretario Cittadino del PD Giuseppe Grioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ tre = 12