facebookLe nuove tecnologie da ormai molto tempo vengono considerate un’ arma a doppio taglio, perchè è vero che che aiutano a sentirsi sempre vicini e ben integrati al resto del mondo, ma , dall’altra parte, se non utilizzati con cautela creano dipendenza e si finisce per non riconoscere più la realtà tangibile da quella vista da uno schermo del pc. Mescolando un pò dipendenza da pc alla facilità di comunicare grazie a Facebook con un pizzico di quella ingenuità che a soli 14 anni si può avere, si comprende bene la storia che ha coinvolto due minorenni. Lei L.C. 14 anni di Pisa e lui O.G. 16 anni di Catanzaro, si sono conosciuti ed innamorati su Facebook, lei, persa d’amore decide di raggiungerlo, scappando da casa. Una “fujitina” in piena regola, spinta dal tenero amore di due giovani ragazzi. La ragazza aveva detto ai genitori di tornare tardi a casa e così subito prende il treno per Catanzaro, dove i due finalmente possono abbracciarsi. Amore idilliaco che dura solo poche ore, in quanto i Carabinieri, avvertiti dalla madre della ragazza, della scomparsa della figlia, si sono messi subito sulle sue tracce, arrivando con facilità alla Stazione di Catanzaro e a casa del ragazzo, dove lì è stata trovata L.C e riportata a casa.

Fonte: Il Fatto Online

Inserito da : Agazio Vetrano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− quattro = 5