provinciaUna tre giorni di pace, amore e tanta buona musica. A presentare il Woodfest, organizzato dall’associazione Metropolis, questa mattina nella sala biblioteca del Palazzo storico della Provincia, l’assessore alle Politiche sociali Attilio Tucci che, dopo aver premiato i componenti del gruppo musicale “Marvanza Reggae Sound” di Monasterace, ospiti del festival, si è soffermato insieme all’ideatore della kermesse musicale Carlo Giordano sulla “necessità di creare questi eventi che valorizzino gli artisti locali”. “Il Woodfest è un’importante occasione per i gruppi musicali del nostro territorio che, nella splendida location del fortino di Arghillà, potranno mostrare il loro talento, confrontarsi con altre band e carpire le tecniche, gli stili, gli arrangiamenti. La carriera dell’artista non è per nulla facile, serve una buona preparazione, dedizione e tanta voglia di lavorare – esordisce l’assessore Tucci – I Marvanza sono riusciti col tempo a fare tutto questo, si sono impegnati conquistandosi l’apertura del concerto del primo maggio a Roma. Sin dall’inizio, li ho sostenuti perché avevo visto in loro la passione, la voglia di fare qualcosa per la Calabria, di lanciare messaggi autoironici ma positivi. La musica rock di questi quattro ragazzi è un canto libero, è un linguaggio di riscatto per la nostra terra”. Una terra che però, “non deve essere abbandonata”, secondo l’assessore provinciale, e “per ottenere successo non è necessario lasciare il Sud e stabilirsi in altre città visto che anche qui ci sono condizioni giuste per formare nuovi artisti”. “Certo le difficoltà non mancano e molti sono gli step da superare – aggiunge ancora Tucci – I giovani devono avere coraggio, impegnarsi con tutte le loro forze e lottare per realizzare i sogni qui, in questa regione madre di buoni e prestigiosi talenti”. Ne sono convinti anche i “Marvanza Reggae Sound” che “sono legati a Monasterace e a questa calorosa terra dedicano la loro musica che è amore, unione, ricerca mentre il reggae è vibrazione nel cuore e nell’anima”. L’ultima battuta spetta al presidente dell’associazione Metropolis ed organizzatore del Woodfest Carlo Giordano che è riuscito a stilare una tre gironi di tanta buona musica con le rock band di tutta la provincia. “Dal prossimo 25 al 27 di giugno l’ex fortino di Arghillà sarà la meta di molti gruppi musicali e tra questi ci saranno anche i Marvanza – conclude Giordano – L’associazione culturale Metropolis da 10 anni è impegnata nel sociale e assiste quasi 200 famiglie bisognose ma si occupa anche di promuovere sul territorio le nostre risorse. Questo festival della pace, dell’amore e della musica è una concreta dimostrazione del saper e voler fare a Reggio Calabria”.

Strill.it – Grazia Candido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− 2 = quattro