ecopassStamani, nella sala Giunta di Palazzo Zanca, il sindaco di Messina, on. Giuseppe Buzzanca, Commissario Delegato ex O.P.C.M. n. 3721 del 19.11.2008, ha sottoscritto il protocollo d’intesa con le Società di navigazione dello Stretto per l’avvio, in via sperimentale, del servizio ECOPASS previstodal prossimo 1 giugno. All’incontro hanno preso parte gli assessori alle politiche finanziarie, Orazio Miloro, ed alla mobilità urbana, Carmelo Capone. A sottoscrivere il protocollo per la durata di un mese, sono stati per Rfi S.p.a.- Gruppo Ferrovie, ing. Filippo Palazzo; per Meridiano Lines, Filippo Arecchi e Cosimo Nava, per Terminal Tremestieri, Filippo Arecchi, e per Caronte e Tourist S.p.a., ing. Vincenzo Franza. Il provvedimento di “viabilità per la vivibilità” della città, come il sindaco di Messina, on. Giuseppe Buzzanca, definì alla presentazione del marzo scorso la disposizione, istituisce in via sperimentale dal prossimo 1 giugno zone a traffico limitato e – come si ricorderà – regolamenta accesso e circolazione dei veicoli in città, introducendo il tagliando ecopass. Le zone a traffico limitato comprenderanno il cosiddetto “serpentone”, collegamento tra l’approdo dei traghetti della rada S. Francesco ed il viale della Libertà; la via san Raineri, all’uscita portuale del molo Norimberga, fino al cavalcavia; via Luigi Rizzo, all’uscita del molo Rizzo, nel tratto adiacente il piazzale Campo delle Vettovaglie; l’infrastruttura denominata “chiocciola”, che collega l’approdo di Tremestieri e la rete stradale. Per l’acceso e la circolazione in tali aree, auto, autocarri, autobus, autotreni, ed autoarticolati, in transito da e per la Sicilia, attraverso le banchine del porto, della rada S. Francesco e dell’approdo di Tremestieri, saranno subordinati al pagamento di un tagliando ecopass. Le tariffe saranno di 1,50 euro per le auto; 5 euro per autocarri e bus; 8 euro per autotreni ed autoarticolati. Tutti i mezzi saranno esentati dal pagamento dell’ecopass nei giorni feriali, nella fascia oraria compresa tra le 24 e le 7 del mattino e nei giorni festivi, dalle 7 alle 22. Sono altresì esentati dal pagamento le auto condotte da residenti nelle provincie di Messina e Reggio Calabria, oltre ai mezzi delle Forze Armate, delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco e dei sevizi di soccorso, nonché i veicoli adibiti al servizio di persona con limitata e/o impedita capacità motoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


3 × = venti quattro