zancaStrade sporche e condizioni igienico -sanitarie precarie. La frazione di Altolia, duramente colpita dall’alluvione del 1 Ottobre – che ha messo in ginocchio l’intera zona su della città – sarebbe stata letteralmente ‘abbandonata’ dagli operatori di Messinambiente. La denuncia arriva dal consigliere comunale dell’Mpa, Sebastiano Tamà, che facendosi portavoce delle lamentele dei residenti della zona, ha deciso di inviare una lettera al presidente di Messinambiente, Antonino Dalmazio, e per conoscenza anche al sindaco, Giuseppe Buzzanca e al prefetto, Francesco Alecci . “Dopo la sciagurata tempesta climatica che si è abbattuta nella frazione messinese nel mese di ottobre 2009 – si legge testualmente – la vostra spettabile società ha interrotto il servizio della pulizia delle strade, recando non pochi disagi alla già martoriata popolazione di Altolia”. Il consigliere comunale sottolinea nel documento di aver 0 ricevuto “diverse segnalazioni da parte dei cittadini” e manifesta la propria preoccupazione sull’ “enorme rischio igienico e sanitario a cui sono esposti i residenti della frazione messinese di Altolia, a seguito dell’interruzione del servizio di pulizia strade dal 1° ottobre 2009”. Tamà chiede, quindi,a Dalmazio di predisporre “con urgenza, l’immediata riattivazione del servizio, assegnando un operatore ecologico nella frazione di Altolia, al fine di ricreare immediatamente le idonee condizioni igienico e sanitarie, che consentano finalmente alla popolazione, quella decisa accelerazione nel necessario processo di ritorno alla normalità e vivibilità dell’antico paese”.

Tempostretto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 − = due