ursini“E’ urgente rompere con il passato senza tentennamenti e sostituire tutti i dirigenti nominati nei posti chiave dalla vecchia Giunta regionale”. Lo afferma Vincenzo Ursini, segretario provinciale e portavoce regionale dell’Ugl sanità. “Non è più possibile, infatti, – continua Ursini – che questa nuova fase regionale sia indirettamente legata ad amministratori di Enti e Aziende che nulla hanno a che vedere con l’attuale rappresentanza politico-istituzionale. Gli elettori, con il loro voto, hanno chiaramente deciso per il cambiamento che non deve essere però solo politico, ma soprattutto amministrativo e deve riguardare tutti i settori della vita pubblica, a partire dalla sanità per la quale chiediamo una urgente applicazione dello Spoil system. Né è condivisibile l’ipotesi che certi dirigenti, cambiando “casacca”, come qualcuno sta tentando di fare in questi giorni, possano essere “riciclati” nei vari Enti come se nulla fosse accaduto. Non accetteremo colpi di coda di alcun genere e sosterremo con forza la politica del cambiamento, convinti più che mai di fare un servizio ai calabresi onesti. E’ ora di dare spazio a chi per anni si è battuto con determinazione contro la politica del malaffare e delle lobby, rimettendoci spesso di persona. E’ ora, insomma, di dare il giusto “obolo” a chi ha contribuito, con assiduità e professionalità, a creare le condizioni per avviare un nuovo processo di crescita che fosse veramente trasparente e democratico”. “Ma c’è di più. – continua il portavoce dell’Ugl sanità – Bisogna sostituire anche tutto l’apparto burocratico che ruota intorno ai direttori generali degli Enti pubblici, perché altrimenti le cose rimarrebbero come prima. Fare pulizia: è questo l’unico modo per avviare davvero quella fase di rinnovamento e risanamento da tanti auspicata e che necessita alla Calabria tutta. Ecco perché al presidente Giuseppe Scopelliti e all’intera Giunta chiediamo celerità nelle decisioni, ma chiediamo soprattutto che vengano attivati tutti i meccanismi idonei a rimuovere coloro che per anni hanno gestito i settori più delicati della pubblica amministrazione, producendo deficit disastrosi”. “Il nostro augurio – aggiunge Ursini – è che questi soggetti abbiano uno scatto di dignità e si dimettano spontaneamente, ma se ciò non dovesse accadere allora non bisognerà in alcun modo scendere a compromessi o aspettare momenti più propizi”. “Siamo convinti che il presidente Scopelliti e gli assessori della provincia di Catanzaro, tutti con una qualificata esperienza amministrativa alle spalle, sapranno come fare per chiudere definitivamente questa importante fase di transizione. La Calabria aspetta decisioni immediate e innovative, ma soprattutto ha bisogno di gente nuova e qualificata capace di rimuovere, senza tentennamenti, atavici ostacoli clientelari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


8 − = quattro