pergolizziCostituito il gruppo finiano da Pergolizzi e Trischitta. In stand by la posizione di Gugliotta alla Provincia Rimaneva solo da consumare un passaggio formale ed è stato fatto oggi: a Palazzo Zanca è ufficialmente nato il gruppo “Futuro e Libertà”, costituito dai finiani Nello Pergolizzi e Pippo Trischitta, fuoriuscendo così anche formalmente, e non solo sostanzialmente, dal Pdl. A loro si affiancherà esternamente anche Claudio Canfora, che rimane nel gruppo che già faceva riferimento al finiano Carmelo Briguglio, “Conservare il futuro”. L’operazione politica, che segue quella da settimane in atto a Roma con il “divorzio” tra Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi, verrà spiegata domani nel corso di una conferenza stampa che si terrà a Palazzo Zanca. «La costituzione alla Camera ed al Senato dei gruppi autonomi di parlamentari provenienti dal Pdl, denominati “Futuro e Libertà per l’Italia”, dopo l’espulsione di fatto di Gianfranco Fini dal Popolo della Libertà – 0 spiegano in una nota Pergolizzi, Trischitta e Canfora – pone a tutti coloro che hanno apprezzato ed apprezzano la linea politica di costruzione di una destra moderna ed europea portata avanti dal presidente della Camera, di trarre le necessarie conseguenze. Abbiamo costituito anche al Comune di Messina il gruppo di “Futuro e Libertà per l’Italia” perché abbiamo l’ambizione di dare un fattivo contributo alla costruzione , con quotidiano entusiasmo di un grande partito degli italiani. Occorre ritrovare un rinnovato senso delle istituzioni, costruire una nuova classe dirigente valorizzando i tanti giovani che vogliono accettare la sfida del futuro, riscoprendo la capacità di rischiare e la forza di innovare». «E’ fondamentale, soprattutto – continuano i tre finiani – coniugare in politica l’impegno civico con l’etica. Noi riteniamo che la politica debba essere messa nelle mani di una “cittadinanza attiva” che non sia asservita o controllata in modo verticistico, per questo bisogna impegnarsi: per l’affermazione di un progresso sociale ed economico diffuso, per la promozione della qualita’ della vita, per il recupero e la valorizzazione economica dei beni ambientali del nostro territorio; per la tutela dei diritti di tutti i cittadini uguali di fronte alla pubblica amministrazione; per l’affermazione di una cultura dell’accoglienza e della solidarietà verso i soggetti deboli o svantaggiati; per la politica intesa come strumento per la mobilitazione delle coscienze di tutta la cittadinanza». In stand-by la situazione a Palazzo dei Leoni: in consiglio provinciale, infatti, l’unico finiano è Biagio Gugliotta, che per il momento si trova al Gruppo Misto (ma fa parte dell’area Briguglio). L’ex Pd è in fase di valutazione, che però non è escluso possa sfociare nella costituzione di un gruppo analogo anche alla Provincia.

Tempostretto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


7 + = undici