“Il possibile rilancio del nostro territorio parte anche dai 37 milioni di euro previsti dalla Progettazione integrata di sviluppo locale (PISL) per Crotone. Necessario mantenere la road map attuativa delle risorse prevista dalla Regione per dare immediate risposte alle nostre comunità. Domani incontrerò il presidente Scopelliti per conoscere i reali tempi attuativi viste le numerose sollecitazioni che mi sono arrivate dai soggetti pubblici e privati”. A dichiararlo in una nota la senatrice del Pdl, Dorina Bianchi.

 

“La possibilità di poter utilizzare, in tempi brevi, le ingenti risorse comunitarie messe in campo dal Governo Scopelliti – continua l’esponente politico del Pdl – diventa fondamentale per garantire azioni di rilancio economico e sociale del nostro territorio che numerosi indicatori economici relegano, per tasso di disoccupazione, ricchezza delle famiglie e vitalità imprenditoriale, in coda alla qualità della vita in Italia”.

 

“Per Crotone – ha rincarato la senatrice Dorina Bianchi – disporre, nel più breve tempo possibile di investimenti mirati alla crescita del tessuto aziendale e al miglioramento infrastrutturale non soltanto diventa una occasione irripetibile ma consente di poter ridurre i rischi di un isolamento minacciato ulteriormente dalla situazione allarmante che, per cecità strategiche dei soggetti decisori interessati, vive lo scalo Sant’Anna e con esso lo sviluppo turistico e la mobilità dei cittadini. Il Pisl approvato dalla Regione Calabria – precisa ancora la parlamentare del Pdl – contiene, infatti, non soltanto circa 11 milioni di euro da erogare direttamente agli enti locali beneficiari ma anche oltre 7 milioni di euro di regimi di aiuto per le imprese crotonesi per tipologie di operazioni ammissibili a finanziamento significative per il rilancio economico dell’area”.

 

“In questo quadro – conclude Dorina Bianchi – risulta imprescindibile monitorare la fase attuativa dei progetti di sviluppo locale, condividere costantemente con le istituzioni regionali le azioni cantierabili chiedendo al presidente Scopelliti, a cui va l’indubbio merito di aver fortemente voluto rendere operativo uno strumento che vale complessivamente quasi 400 milioni di euro, di farsi garante della tempificazione complessiva degli interventi”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


cinque × = 25