infermieriLa Fondazione Marincola Politi ha istituito nella sua sede di Soverato il Centro sperimentale di Clinica diagnostica delle patologie oncologiche tramite sistemi elettromagnetici non invasivi, attrezzandolo con la strumentazione denominata ‘Trimprobe’. “Si tratta – è detto in un comunicato – di una delle realtà promosse e fortemente volute da una Calabria meno conosciuta: quella del no-profit. Il Progetto di ricerca Biorem, parzialmente finanziato con fondi del Ministero all’Università di Torino, è già attivo. Il responsabile è il prof. Giampiero Gervino, del Dipartimento di Fisica Sperimentale della Facoltà di Scienze dell’ateneo torinese. Specialmente ai fini della prevenzione, investiga l’utilizzo di micro-onde per la diagnostica medica, avvalendosi della collaborazione tra il Dipartimento di Fisica Sperimentale di Torino e la ditta SELEX Galileo”. Nei locali messi a disposizione dalla Fondazione Marincola Politi – si afferma ancora nella nota – lo specialista Urologo, in collaborazione con i Bio-Ingegneri coinvolti dalla Fondazione, eseguiranno rilevamenti con metodica Trimprobe su persone adulte. Gli screening saranno dedicati alla diagnosi precoce del tumore alla prostata ed alla vescica – esame già approvato dal Ministero della salute – ma anche, ed in maniera assolutamente gratuita, al rene ed al retto. “E’ certamente un esempio importante – è detto ancora nel comunicato – che, oltre a qualificare lo sforzo no-profit ed i risultati raggiunti dalla Fondazione Marincola Politi, costituisce un esempio che, come accade altrove, si spera possa essere sostenuto con donazioni liberali da parte delle aziende pubbliche e private. E’ fondamentale, però, aiutare la ricerca tramite le prenotazioni spontanee oppure suggerite dai medici di Medicina generale. Tali screening saranno utili per la qualificazione della ricerca su numeri rilevanti di persone affette o non interessate affatto dalla feroce malattia. I volontari dimostreranno la propria sensibilità sociale contribuendo alla necessaria esperienza utile per poter definirne al più presto le differenze e le qualificazioni scientifiche dei risultati che, si spera, saranno al più presto coadiuvati posto che si è indebolita la fiducia sin’ora attribuita al Psa”.

Fonte: telereggiocalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ otto = 17