siderno-corso-repubblicaCirca 180 cittadini di Siderno hanno firmato una petizione, consegnata all’attenzione del commissario straordinario dottoressa Rosalba Scialla ed ora protocollata al Comune, per chiedere che la festa in onore della Madonna di Portosalvo si svolga con più ordine e pulizia. I firmatari hanno segnalato che, negli scorsi anni, i giorni della fiera di Portosalvo hanno reso la cittadina invivibile per i residenti del centro, i cui passi carrabili sono stati spesso ostruiti da autovetture e anche da bancarelle e muoversi in macchina era diventata un’impresa ardua a causa delle strade intasate da veicoli in sosta e per la chiusura delle strade principali di Siderno: il Corso della Repubblica, via Jonio e via Enrico Fermi (che costituiscono la parte urbana della Statale 106 – nda) luoghi nei quali si svolge la fiera. Ma i problemi ravvisati dai firmatari della petizione vanno ben oltre la circolazione degli automezzi. Si è parlato di musica ad alto volume, con chiaro riferimento alle giostre, e di mancanza di igiene pubblica. Involucri ed imballaggi di ogni genere sono stati abbandonati nelle strade immediatamente vicine alla fiera, circostanza che è stata sotto gli occhi di tutti. Episodi ben più incresciosi, veri e propri reati contro la salute pubblica, sono stati spesso segnalati. Altri sidernesi, che sono venuti a conoscenza del documento solo dopo l’avvenuto deposito all’ufficio Protocollo del Comune, hanno dichiarato che avrebbero ben volentieri aggiunto la propria firma. La dottoressa Scialla ha garantito che, quest’anno, la fiera si svolgerà sotto rigide regole di ordine. Ha tassativamente vietato alle banarelle di sforare di uno o più giorni, ripetto alla durata della fiera (4-8 settembre), l’occupazione del suolo pubblico. Molte bancarelle sono state strasferite sul Lungomare delle Palme, lasciando parzialmente libero il Corso della Repubblica e via Fermi, mentre via Jonio dovrebbe rimanere completamente libera. Nella specie, sul Lungomare dovrebbero essere montati i banchi di abbigliamento e calzature. Per quanto riguarda le giostre, esse saranno installate sul lato Nord del Lungomare, nella previsione che l’alto volume della musica arrechi meno fastidio. Malgrado le rassicurazioni del commissario prefettizio, ascoltando le voci in città si percepisce una certa preoccupazione per l’iminente apertura della fiera. I cittadini firmatari tengono a precisare che anche loro, come tutti i sidernesi, sono ben lieti che la città ospiti un evento come la Fiera di Portosalvo, che da secoli si protrae per antica tradizione, istituita da un regio decreto che la configura come evento storico, che trasforma Siderno in luogo di festa per quattro giorni. Ciò che essi chedono è che i cittadini non vengano più penalizzati dal disordine che ha caratterizzato lo svolgimento della festa da qualche anno a questa parte.

ilfattoonline.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− 3 = tre