s. jachidduMessinaSud.com riceve e pubblica – Secondo appuntamento: giovedì 10 giugno, alle ore 17:30, proseguono gli incontri del ciclo “Sguardi sul Mediterraneo dal Forte S. Jachiddu” con Caterina Resta, professore ordinario di Filosofia Teoretica presso l’Università di Messina. Il suo intervento ha per titolo “Un mare che unisce e divide”. Per l’occasione la casa editrice Mesogea, tra i promotori del ciclo, esporrà alcuni titoli del suo catalogo.

Organizzano i 4 incontri la Cooperativa “Scirin”, le Associazioni “Terraceleste” e “Amici del Fortino”, il Cesv, l’Università di Messina (Dottorato di ricerca in Metodologie della filosofia) e la casa editrice “Mesogea”

Dopo gli incontri introduttivi dello scorso anno sul paesaggio, promossi dalla Cooperativa sociale “Scirin” e dall’Associazione culturale “Terraceleste”, il Parco Ecologico S. Jachiddu di Messina propone 4 incontri dal titolo “Sguardi sul Mediterraneo”. Si è cominciato giovedì 27 maggio, in collaborazione con l’Università di Messina (Dottorato di ricerca in Metodologie della filosofia), la casa editrice Mesogea, il Cesv e l’associazione “Amici del Fortino”.

Il Parco, forte della sua privilegiata e suggestiva localizzazione di vedetta sullo Stretto di Messina, rinnova quest’anno il suo impegno culturale a favore di un approfondimento dei temi geofilosofici e geopolitici, proponendo una serie di quattro incontri dal titolo “Sguardi sul Mediterraneo”. Attraverso differenti prospettive sociologiche, politiche, giuridiche e filosofiche verrà affrontata la questione di estrema attualità del “luogo mediterraneo” come arcipelago di paesaggi culturali e spazio di incontri, confronti ma anche di laceranti conflitti.

L’edizione del 2010 assume un respiro più ampio, coinvolgendo come partner promotori, accanto alle due associazioni che hanno dato avvio già lo scorso anno a questa iniziativa, anche l’Università di Messina (Dottorato di ricerca in Metodologie della filosofia), la casa editrice Mesogea, che può vantare una decennale e prestigiosa tradizione di studi mediterranei e di fecondo dialogo tra le differenti sponde del nostro mare, il Centro Servizi per il Volontariato di Messina (CESV), particolarmente sensibile agli scambi mediterranei, e l’associazione di volontariato Amici del fortino impegnata su tematiche ecologiche.

Il prossimo 18 giugno si avrà l’occasione di ascoltare Danilo Zolo, ordinario di Filosofia del diritto e Filosofia del diritto internazionale presso l’Università di Firenze, giurista e politologo, impegnato attualmente sul tema della globalizzazione, che tratterà la decisiva questione del conflitto israeolo-palestinese in un’ottica mediterranea. Il ciclo si concluderà il 25 giugno con un intervento che vedrà insieme la dottoressa Caterina Pastura, redattrice della casa editrice Mesogea e studiosa di Albert Camus, che affronterà l’attualità di questo pensatore mediterraneo, e la dottoressa Francesca Saffioti, borsista post-dottorato presso il nostro Ateneo e autrice di un volume sulla Geofilosofia del mare, che si soffermerà sulle aporie filosofiche della questione mediterranea.

Per informazioni e prenotazioni: 347/3711546, e-mail info@fortesanjachiddu.it, sito Internet www.fortesanjachiddu.it.

Sandro Gorgone Presidente della Cooperativa sociale “Scirin”, Parco Ecologico S. Jachiddu di Messina

Marco Olivieri Responsabile dell’Informazione per il Cesv – Centro Servizi per il Volontariato di Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


otto − 3 =