maschera_carnevaleÈ tutto pronto, o quasi per le manifestazioni del carnevale. L’Amministrazione comunale, coinvolgendo tutte le associazioni organizzate di Satriano, ha programmato un serie di manifestazioni di tutto rispetto e che, così si assicura, riscuoteranno l’ interesse dalla cittadinanza per giornate di spensieratezza. Quest’anno non ci si affiderà esclusivamente alle maschere isolate, o alla solita anche se collaudata pièce degli altri anni. Le associazioni sono state sollecitate a far lavorare la propria inventiva, quella fantasia di buonumore e di ironia che non manca e allestire un carnevale allegorico di tutto rispetto. Il carnevale di quest’anno sarà così all’insegna dei carri che per tre giorni sfileranno nel centro e nella marina. Le associazioni hanno lavorato alacremente e in gran segreto di notte e di giorno per allestire ognuna di essa un proprio carro, sbizzarrendosi in libertà, e rappresentando ai cittadini caricature di personaggi sia a carattere locale che nazionale. Naturalmente vige ancora top secret sui personaggi che le nostre associazioni hanno scelto per il carnevale di quest’anno. Non è stato possibile carpire i loro segreti. Ci hanno però assicurato, separatamente per non rivelare inavvertitamente qualche piccolo dettaglio, che saranno tutti “luccicanti”, luminosi, allegri, non un’ammasso di cartone grossolano. Avrete una satira intelligente, assicurano, e dove non basteranno le figure, i mimi, le varie scene saranno illustrate con appropriate didascalie o canti o mottetti che faranno ridere, anche i brontoloni. C’è solo da sperare che le condizioni atmosferiche siano benevole e non mandino “a carte quarantotto” un lavoro che certamente per gli addetti ai lavori è stato denso di sacrifici. Ma c’è di più. Al termine delle giornate carnascialesche dalle mani del sindaco, Michele Drosi, sarà consegnato al responsabile del carro migliore un assegno (e non è una burla di carnevale) di ben cinquecento euro oltre che riconoscimenti di vario tipo previsti anche per gli altri concorrenti.

Gazzetta del Sud del 7.2.2010 – Raffaele Ranieri

(Immagine dal web)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


8 + = dodici