sorical«La Sorical deve avvisarci quando sospende l’erogazione dell’acqua». A dirlo è il sindaco di San Sostene Luigi Aloisio, dopo i disagi idrici patiti dal suo comune da quello di Davoli nei giorni scorsi. Si tratta peraltro di due centri serviti dall’impianto di potabilizzazione dell’Ancinale, dove i problemi sarebbero sorti, con seri disagi per la popolazione. Nei giorni scorsi, di fronte all’ennesima sospensione dell’erogazione dell’acqua potabile, il sindaco Aloisio si era recato dai carabinieri della stazione di Davoli per segnalare la grave situazione «concordando con i militari – ha spiegato – che qualora la Sorical non avrà risolto il disservizio, provvederò a sporgere denuncia per l’accertamento di eventuali responsabilità». Nel corso di quei giorni, qualcuno, addirittura, ha dovuto utilizzare la fontana comunale di San Sostene Marina per lavarsi al mattino. «Si dovrà fare chiarezza – ha proseguito Aloisio – sul perché delle interruzioni». In particolare, il sindaco chiede poi alla Sorical, con un’intimazione ufficiale, per quale motivo «i cittadini, le scuole e le strutture pubbliche servite non debbano avere notizie al momento del guasto ma debbano, invece, accorgersi senza preavviso della mancanza d’acqua». (f.r.)

Gazzetta del Sud del 4.02.2010

(Immagine dalla rete)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


6 − cinque =