semaforo redDa lunedì 8 febbraio, all’intersezione tra viale Giostra e viale Regina Elena, con direzione di marcia monte valle / valle monte, entrerà in funzione una ulteriore postazione fissa per la rilevazione di infrazioni al Codice della Strada per il passaggio con il semaforo rosso. Il provvedimento disposto dal sindaco, on. Giuseppe Buzzanca, quale commissario delegato per l’emergenza traffico ex O.P.C.M. 3721/08, rientra nel programma varato dalla Polizia municipale con l’obiettivo di migliorare la sicurezza stradale e la conseguente riduzione dell’incidentalità nel territorio comunale. Si sta quindi gradualmente procedendo ad installare le nuove apparecchiature per la rilevazione automatica delle infrazioni al Codice della Strada, caratterizzate da un elevato grado di affidabilità tecnologica, secondo la normativa vigente. L’apparecchiatura utilizzata, del tipo “VISTA-RED” prodotta dalla Microrex S.p.A., omologata dal competente Ministero (decreto n. 162 del 23 febbraio 2006, decreto n. 60298 del 11 dicembre 2006 e decreto n. 57768 del 11 luglio 2008) è un innovativo documentatore di infrazioni che, oltre a fornire tre fotogrammi attestanti il superamento della linea d’arresto e del centro dell’intersezione con semaforo proiettante luce rossa ed il dettaglio della targa, ne fornisce una documentazione video comprovante in maniera inequivocabile la dinamica. Tale peculiarità fa si che per l’utilizzo del “VISTA-RED”, com peraltro per altri strumenti già in uso, – come sottolinea il comando della Polizia municipale – non ricorrano le condizioni espresse dalla sentenza della Suprema Corte di Cassazione – II Sezione Civile n. 23084/09, che aveva disposto l’annullamento di un verbale elevato il 16 marzo 2004 dalla Polizia locale del Comune di Pregnana Milanese, motivando che “…la fattispecie del passaggio col semaforo rosso rilevata solo con apparecchiatura a posto fisso, si presta a possibili errori in tutti i casi in cui il veicolo, pur avendo impegnato l’incrocio correttamente col semaforo a luce verde, sia costretto a fermarsi subito dopo al crocevia per possibili ingorghi, con la conseguente rilevazione non completa delle varie fasi, che solo la presenza del vigile può evitare”. A tal proposito la Sezione contravvenzioni del Corpo di Polizia municipale proceduralmente provvede in via esclusiva alla validazione dei fotogrammi che attestino inequivocabilmente il superamento da parte dei veicoli, si della linea d’arresto che dell’intersezione, in presenza di lanterna semaforica proiettante luce rossa per il relativo senso di marcia. Si è proceduto inoltre al collaudo delle apparecchiature, verificando la durata della fase del giallo semaforico, pari a cinque secondi e la regolarità della segnaletica verticale di preavviso che risulta conforme alle prescrizioni del Codice della Strada e del relativo Regolamento di Esecuzione, dandone notizia al Prefetto ed al Sindaco. Da parte del Comando, come già previsto per gli altri documentatori di infrazione, presenti sul territorio comunale, si disporranno opportune, regolari verifiche per accertarne la regolarità di funzionamento.

cittadimessina.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


6 × uno =