rinnovamento_per_santa_caterinaIl Gruppo Consigliare “Rinnovamento per Santa Caterina”, dopo aver ricevuto la convocazione del consiglio comunale e aver ritirato il materiale messo a disposizione presso il Comune e dopo averlo visionato e discusso insieme a tutto il gruppo “ Rinnovamento per Santa Caterina”, nel limitato tempo concesso per lo studio delle carte, si è presentato in modo costruttivo e propositivo a tale appuntamento. Si sono affrontati tutti i punti in programma che interessavano l’intera comunità e delle quali nel presente comunicato cercheremo di rappresentarli in modo sintetico.

Questo Gruppo Consigliare, prima di discutere degli ordini del giorno ha chiesto al Sindaco l’opportunità di avere notizia della convocazione del consiglio comunale con adeguato anticipo e non nei termini minimi di legge, affinché questo gruppo possa meglio contribuire al dibattito consigliare. Successivamente si è passati alla discussione del 2) punto all’ordine del giorno riguardante la presa atto della conferenza dei sevizi intervento turistico Ditta Peppino Marascio, considerato che tale intervento era stato già oggetto di approvazione di una Delibera Comunale del 30/11/2012, considerato che ha ottenuto tutti i necessari pareri degli Enti preposti con prescrizioni e trattandosi di un intervento che riguarda essenzialmente il potenziamento della ricettività turistica, obiettivo rientrante anche nei nostri programmi elettorali, questo gruppo consigliare ha inteso esprimere parere favorevole. Per quanto riguarda il 3) punto “l’approvazione del rendiconto anno 2013”, visto i tabulati e la relazione dell’organo di revisione si è decisamente espresso parere contrario in quanto questa amministrazione, dice il revisore, “non rispetta tre dei dieci parameri di deficitarietà strutturale indicati nel decreto del Ministero dell’interno in data 24/09/2009” inoltre lo stesso revisore espone all’Ente di aggiornare l’inventario generale, a monitorare le entrate, le spese e l’anticipazione di bilancio onde evitare squilibri dello stesso.

Questo vuole a significare che questa amministrazione non ha fatto niente nel campo del risparmio sulla spesa pubblica e neanche sul campo dell’evasione fiscale. Infatti è’ stato da noi sottolineato che per la gestione del servizio idrico si spende molto di più di quanto si riesce ad incassare. Da questa nostra giusta puntualizzazione è nata, da parte del Sindaco, una polemica politica, a nostro avviso non costruttiva, pretestuosa e fuori luogo, nella quale praticamente ha annunciato che in estate il centro storico resterà senza acqua per colpa del governatore Scopelliti. Questo è un modo per cercare di rigirare la frittata. I fatti reali sono che l’attuale Sindaco, al governo del paese da molto tempo promette di risolvere tale angoscioso problema senza mai riuscirci anzi, anni orsono, ha dato l’autorizzazione al Comune di Guardavalle affinché prelevasse gratuitamente acqua della località “Scarparo” a noi destinata.

Lo stesso nei comizi elettorali ha denigrato il governatore della Calabria Scopelliti che nella sua gradita presenza nella nostra sala consigliare insieme al consigliere Parente, si erano con noi consiglieri impegnati a cercare di risolvere tale annoso problema. Di suo nella campagna elettorale lo stesso Sindaco ha dichiarato che nel suo gruppo ha le necessarie competenze e professionalità per risolvere il problema entro giugno 2013. Infatti immediatamente dopo le elezioni si è attivato, frettolosamente, a spendere ben € 55.000,00 per eseguire un pozzo artesiano in località “Monaci”, e del quale abbiamo prodotto anche un interrogazione scritta. Nella sua risposta del 13/09/2013 alla stessa interrogazione, oltre agli attacchi personali, ha dichiarato a sua firma che “l’acqua sta per arrivare nelle case degli abitanti del capoluogo”. Adesso in questa sala viene a dirci che il pozzo non ha dato i risultati sperati, come se niente fosse. Di fatto e che ha sperperato denaro pubblico che poteva essere speso in altro modo, magari per sistemare le condotte fatiscenti del centro storico o altro. Non è ancora tutto, nonostante noi da sempre ci siamo dichiarati disponibili a collaborare ed essere costruttivi, in questo consiglio siamo stati informati che ha cercato di attivarsi con le proprie professionalità e conoscenze presso la Regione Calabria, tramite regolari atti, per poter accedere ad un puntuale finanziamento, senza giungere aimè ad alcun risultato.

Tutto ciò è avvenuto non coinvolgendo in alcun modo i consiglieri del gruppo “Rinnovamento per Santa Caterina”. Questa amministrazione ha pensato, sbagliando alle spalle dei cittadini, che il problema idrico doveva riguardare solo la maggioranza. La verità è un’altra e che per colpa dell’egoismo e della presunzione di questa maggioranza i cittadini e commercianti del centro storico e quei sfortunati turisti che verranno ad albergare od essere ospitati nel nostro capoluogo saranno costretti a subire di nuovo la mancanza di acqua anche per questa estate. Noi crediamo che un serio amministratore debba prendersi le responsabilità dei suoi atti e non cercare di scaricare le sue colpe o i suoi errori ad altrui persone, in quanto ogni decisione presa viene di conseguenza a ribaltarsi sui propri cittadini. Detto ciò lasciamo ai cittadini il compito di valutare in modo sereno e critico quanto da noi scritto.

Per quanto riguarda i punti 4) e 5) riguardante l’approvazione di due regolamenti comunali, il primo sui servizi forniture e lavori in economia e l’altro sul servizi ncc ambulanze ed auto mediche, che questo gruppo consigliare ha condiviso nel suo complesso ed nel contempo ha proposto delle integrazione e modifica che sono state ampiamente discusse e delle quali gran parte sono state recepite dal consiglio ed approvate. Per quanto riguarda il 6) punto “la rideterminazione oneri urbanizzazione” il nostro voto è stato decisamente contrario in quanto si tratta di una tariffa che aumenterà del 255% rispetto alle tariffe attualmente in vigore in questo comune. Tale aumento sicuramente contribuisce ad aggravare ulteriormente la crisi del comparto edilizio in questo particolare momento storico. Inoltre i cittadini stanno ricevendo l’aumento delle tasse approvate dalla maggioranza nel consiglio comunale del 29/11/2013, come il conguaglio Tares, è sono molto esasperati e non escludono forme di protesta alle quali noi sicuramente daremo il nostro appoggio e sostegno. Per quanto riguarda il punto 7) “ affidamento del servizio tesoreria” che necessariamente deve essere rinnovato e l’ordine aggiuntivo “la legittimazione di aree ed immobili di uso pubblico”, riguardante essenzialmente le aree su cui sono ubicati gli edifici delle scuole elementari e la palestra comunale del centro capoluogo, immobili che non risultano ancora accatastati, si è espresso parere favorevole in quanto queste sono temi, a nostro avviso, che vanno a vantaggio dei cittadini.

Lettera al Sindaco del Capogruppo nimina scrutatori elezioni europee 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 + due =