FOTO N. 1Messina Web riceve e pubblica – Si avvicina il momento di ricordare la storia con la seconda edizione della “rievocazione dello sbarco a Messina di don Giovanni d’Austria”, evento di alta rilevanza promosso anche quest’anno dall’Associazione culturale “Aurora” insieme alla “Marco Polo System” di Venezia e coorganizzato con il Comune di Messina e la Provincia Regionale di Messina, che avrà luogo nella prima settimana del mese di agosto.
E’ ormai definito, infatti, il programma delle manifestazioni, previste nei giorni 6, 7 e 8 agosto 2010, che vedranno una serie di appuntamenti con la storia, le tradizioni popolari e l’arte marinara della città dello Stretto.
Un lungo cammino nel corso del quale si sono succeduti due tavoli tecnici, incontri di programmazione organizzati, in sequenza, dal Sindaco della Città di Messina, onorevole Giuseppe Buzzanca, e dal Comandante della Capitaneria di Porto di Messina, capitano di vascello Nunzio Martello, nei mesi di giugno e luglio di quest’anno.
Nel primo, alla presenza degli assessori Dario Caroniti e Pippo Isgrò, della dott.ssa Anna Maria Tripodo, vice Segretario generale della Provincia Regionale, del capitano di vascello Nunzio Martello, Comandante della Capitaneria di Porto, del capitano di vascello Pasqualino Bardetta, Comandante del Distaccamento Marina Militare di Messina, del capitano di vascello Angelino Cianci, Comandante dell’Autorità Marittima Navigazione dello Stretto, del dott. Ettore Gentile in rappresentanza dell’Autorità Portuale, dell’avv. Carmelo Santoro della Fiera di Messina, dell’ing Gian Francesco Cremonini, direttore dell’Arsenale, della dott.ssa Michaela Stagno D’Alcontres, in rappresentanza del Ministero alla Cultura di Malta, del sig. Carmelo Recupero, presidente della Lega Navale, è stato stabilito per l’ 8 agosto l’arrivo di una nave a vela che, simbolicamente, insieme agli attori, rievocherà lo storico evento che vide nel 1571 il porto di Messina punto di raduno per le centinaia di navi, di soldati e marinai dell’imponente flotta cristiana della Lega Santa.
Nel secondo incontro si è discusso dell’organizzazione della regata velica “Don Giovanni d’Austria – Città di Messina”, prevista per il 7 agosto. Erano presenti l’assessore alla mobilità urbana, Melino Capone, e i rappresentanti del Distaccamento Marina Militare di Messina, dell’Autorità Marittima Navigazione dello Stretto, dell’Arsenale, della Polizia Municipale, della Lega Navale e dei circoli velici della città.
Il luogo ed il nome di Lepanto sono strettamente legati alla storia militare del Mediterraneo. Oggi, lasciata alle spalle la tragica dimensione dello scontro, può essere assunto quale punto di riferimento del Mediterraneo, delle storie e delle culture che lo compongono, perché è indiscutibile che, anche se contrapposte, quella domenica del 7 ottobre del 1571, tutte le lingue, le culture, le religioni lì, nella tragedia, si sono ritrovate. Messina, grazie alla sinergia tra i soggetti promotori e le istituzioni cittadine si prepara quindi ad accogliere, durante il periodo del Ferragosto, un nuovo evento turistico e culturale capace di attrarre migliaia di visitatori e di esportare nei paesi del Mediterraneo l’immagine della città dello Stretto e il ruolo che ebbe nella storia.