foto16L’assessore alle politiche della famiglia, Dario Caroniti, ha disposto che entro il 9 settembre è possibile presentare la domanda di partecipazione al bando per l’affidamento dell’azione “PROMOZIONE AMBIENTALE” del progetto “Piano Locale Giovani (PLG)”, promosso dall’amministrazione comunale di Messina e finanziato dal Ministero per le Politiche giovanili, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e la Rete ITER, al fine di sostenere l’azione di politiche giovanili sulle tematiche del lavoro. Le attività previste dal bando consistono nel recupero agricolo e ambientale di una porzione di territorio, a monte delle aree interessate dalla frana dell’1 ottobre 2009 (Giampilieri, Molino, Altolia, Mili, Pezzolo), da realizzarsi tramite l’utilizzo di manodopera composta da giovani di età inferiore ai trent’anni, residenti preferibilmente nelle aree coinvolte dalla frana. Le domande dovranno pervenire al dipartimento cultura del comune in piazza Unione Europea. Maggiori informazioni sono reperibili nel sito www.comune.messina.it. Del medesimo progetto è stata già aggiudicata l’azione “SOCIALE” (con un punteggio di 54 punti su 60) a un team di associazioni tra le quali: Anymore Onlus”, “Dama Bianca Onlus”, “Ai.Bi. – Amici dei Bambini”. Per la realizzazione di questa attività verranno coinvolti circa 150 giovani tra i 16 e i 35 anni. Le associazioni avranno la collaborazione di due gruppi Scout Agesci, degli uffici diocesasi della Caritas e del Migrantes, e di alcune parrocchie che garantiranno una totale copertura del territorio comunale in ogni circoscrizione. E’ stato firmato un protocollo d’intesa con lo “Sportello di Orientamento al Lavoro” della CGIL per garantire un servizio di informazione e di aiuto nella ricerca del lavoro, in linea con gli obiettivi del progetto. Le attività previste nell’azione sono state suddivise nelle due annualità. La prima è dedicata alla formazione dei giovani nel campo del “sociale”, al fine di offrire una futura prospettiva lavorativa nel settore specifico. Sono previste attività ricreative e dei corsi di riscoperta e di insegnamento delle tradizioni popolari del nostro territorio, cittadino e nazionale. Queste attività consentiranno, ai giovani fruitori, di preparare al meglio l’elaborazione e la stesura della “guida delle attività socio-culturali-assistenziali” di Messina, prevista nella seconda annualità. Aggiudicata inoltre l’azione “CREATIVITA’” con un punteggio di 60 punti su 60, alle associazioni “Arknoah”, “Teatro dei Naviganti” e alla cooperativa “Comunicazione Picc. S.C.A.r.l.”. E’ stato previsto un coinvolgimento di circa 200 giovani tra i 16 e i 35 anni. L’attività consiste nella realizzazione di specifiche officine creative come: corsi di scultura, di grafica, di recitazione, di regia cinematografica e di musica, allo scopo di puntare alla valorizzazione delle singole identità e a creare e/o potenziale nel territorio cittadino nuove giovani professionalità. Si consentirà così ai giovani fruitori di preparare al meglio nella seconda annualità l’elaborazione e la creazione di opere creative di vario genere che siano concretamente connesse con le tradizioni della comunità messinese, con il suo territorio e con la sua storia; e un plastico storicamente accurato e fedele, dell’antica palazzata di Messina, come si presentava prima del terremoto del 28 dicembre 1908, e delle principali vie del centro. Anche l’azione “TURISMO” è stata aggiudicata con un punteggio di 60 punti su 60, alle associazioni “Atreju – La Compagnia degli Studenti” (associazione universitaria studentesca), “Fare Verde Onlus” Gruppo Locale di Messina e la Fondazione “Horcynus Orca”. Queste si sono impegnate a realizzare delle specifiche lezioni, incontri, stage e seminari con esperti del settore della storia locale e dell’economia turistico-culturale, per preparare al meglio l’elaborazione e la stesura di due guide turistiche, una orientata verso il turismo balneare ed una verso la riscoperta e la valorizzazione dei monti Peloritani, previste nella seconda annualità. Anche in quest’azione saranno coinvolti circa 150 giovani tra i 16 e i 35 anni. L’azione “SPORT”, invece, sarà realizzata con la collaborazione dell’Università degli Studi di Messina, tramite l’organismo preposto alla gestione dei suoi impianti sportivi, UniMeSport. Le attività previste, come sempre, sono state suddivise in due annualità. La prima è dedicata alla selezione di gruppi di giovani interessati alla pratica dello sport, coinvolgendo anche associazioni sportive dilettantistiche. Dopo questa selezione si procederà, nella seconda annualità, alla realizzazione di tornei sportivi (basket, calcio, volley, ecc.), a cui parteciperanno squadre con caratterizzazione multietnica, al fine di favorire la reciproca conoscenza fra le varie comunità presenti in città e l’eventuale allargamento della partecipazione a formazioni amatoriali provenienti da altre realtà. Nella seconda annualità si realizzeranno attività sportive legate al mare (canoa, vela, nuoto, ecc…).

Fonte:   cittadimessina.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 9 = settanta due