locri macrì Macrì a colloquio con il dott. Varratta sulla continua sottrazione di risorse e servizi Emanuela Ientile Locri Incontro a Reggio Calabria, presso il palazzo di governo, tra il sindaco di Locri, Francesco Macrì, ed il prefetto Luigi Varratta. Il primo cittadino ha esposto «le problematiche che affliggono ormai da parecchio tempo il comprensorio della Locride», ponendo l’accento sulla «continua sottrazione delle risorse economiche e dei servizi essenziali ai cittadini». A tal proposito Macrì ha definito «grave» la situazione creatasi in seguito alla soppressione di alcune corse di treni sulla tratta jonica, la quale «incide fortemente sul territorio a discapito degli utenti costretti a rinunciare all’utilizzo dei servizi ferroviari». Durante l’incontro, il sindaco ha evidenziato, inoltre, le difficoltà incontrate nel tentativo di trovare un’adeguata soluzione dei problemi, anche a causa della «scarsa sensibilità dimostrata da parte della classe politica regionale uscente», la quale, ad avviso di Macrì, «ha scippato Locri e la Locride della gestione dell’Azienda sanitaria, accorpata a quella provinciale con un emendamento siglato nottetempo e all’insaputa di tutti». Altra problematica discussa durante l’incontro è stata quella del corso di laurea in Servizio sociale (sede staccata della facoltà di Scienze politiche dell’università di Messina). «Nonostante gli impegni assunti anche da parte dell’Amministrazione comunale – ha riferito Macrì – si stenta a trovare una soluzione in grado di garantire l’avvio effettivo della sede universitaria di Locri e, soprattutto – ha proseguito – viene negato il diritto allo studio ai tanti giovani della Locride che si vedono costretti a dover proseguire gli studi in altre sedi». Macrì ha riferito al prefetto Varratta anche sulla vicenda relativa a Rocco Rispoli, il testimone di giustizia che con le sue denunce ha consentito l’arresto dei propri estorsori. Varratta ha voluto sapere i particolari che consentiranno, a breve, l’assunzione di Rispoli presso il Comune di Locri. Il prefetto ha ascoltato con grande attenzione le problematiche sottopostegli da Macrì ed al termine dell’incontro si è detto disponibile ad ulteriori incontri futuri tesi a verificare lo stato delle varie situazioni.

Gazzetta del Sud del 5.3.2010

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


nove × 3 =