piemonte ospedale 3Lanciato anche un appello ai sindacati: si mobilitino per ottenere dal prefetto una proroga dell’attuazione del decreto regionale «Gli amministratori con il decreto assessoriale che porterà a 78 i posti letto all’Ospedale Piemonte si sono messi in sicurezza. Ora, però, gli amministratori dovranno mettere in sicurezza l’ospedale». È questo l’ultimo messaggio in ordine di tempo lanciato dal comitato popolare spontaneo “Salvare l’Ospedale Piemonte di Messina”. «Sappiamo – continuano compatti i componenti dell’organismo – che, come risulta dal verbale dell’ultima commissione sanità riunitasi all’Ospedale Piemonte l’8 marzo scorso, sono disponibili 2,5 milioni di euro per mettere in sicurezza i padiglioni afferenti alla piastra chirurgica che a quanto pare sarebbe l’unica area sicura». Il Comitato chiede, pertanto, l’immediata cantierizzazione utilizzando la somma urgenza in accordo con la Protezione Civile in quanto l’annullamento di moltissime specialistiche dell’ospedale Piemonte configurerebbe un’interruzione di pubblico servizio in una struttura peraltro indicata dalla Protezione Civile Nazionale stessa come unico punto strategico in caso di calamità nell’area messinese. Il comitato lancia, infine, un appello ai sindacati affinché si mobilitino per ottenere dal prefetto una proroga dell’attuazione di tale decreto fino alla possibilità di utilizzo dei padiglioni ristrutturati e li invita, inoltre, ad una mobilitazione generale alla quale il Comitato Spontaneo parteciperà.

Tempostretto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× nove = 36