wiener mozart trio_specchioMessina, 08 novembre 2013. Il concerto del WIENER MOZART TRIO, complesso di respiro internazionale, nell’ambito della rassegna concertistica 2013-2014 dell’Accademia Filarmonica, è ospite QUESTA SERA alle ORE 21, al TEATRO VITTORIO EMANUELE, anziché domani (9 novembre) al Palacultura “Antonello” ore 18, per problemi d’inagibilità dell’auditorium. Gli artisti viennesi eseguiranno musiche di Mozart, Dvorak e Schumann.

Il trio, composto da Daniel Auner al violino, Diethard Auner al violoncello e Irina Auner al pianoforte, si impone al pubblico, da vent’anni sulle scene di tutt’Europa e Asia, per il suo eclettismo. Ha lasciato il segno nelle più celebri sedi concertistiche: dalla Sala Verdi di Milano a Wigmore Hall di Londra, da Palais du Luxembourg di Parigi, alle sale da concerto di Shanghai. Il repertorio degli strumentisti austriaci è vasto (da Mozart, loro cavallo di battaglia, a Brahms e autori odierni) perché amano interpretare diverse epoche stilistiche in modo non convenzionale ma pur sempre intenso e fruibile a target variegati e numerosi. Il Trio incide per Koch Discover International e Berlin Classics.

La serva padrona_M°CiavattaL’Accademia Filarmonica propone sempre spettacoli di alto livello, spaziando in altre forme concertistiche, come la piccola Opera buffa della scorsa settimana, al Teatro “Annibale Maria di Francia”. “La Serva padrona” di Pergolesi è stata un bagno culturale nell’atmosfera settecentesca. Il M° Augusto Ciavatta ha diretto l’Orchestra barocca della Camerata del Titano, originaria della Repubblica di S. Marino, ridotta agli elementi essenziali nella tradizione degli intermezzi lirici. Pieno di brio il personaggio Serpina, interpretato dal soprano Monica Sarti cui ha fatto da contrappunto la voce baritonale di Marco Valerio, nel ruolo di don Uberto. Elisa Manzaroli, che ha vestito i panni del servo muto (nella partitura originale) Vespone, ha letto un testo “femminista” ante litteram, tratto dalla Locandiera goldoniana.