Foto: Guardavalle Web
Nella foto: Pino Ussia, Franco Laganà, Antonio Tedesco, Doris Lo Moro, Alfredo Lancellotti e Lucio Valenti. (Scatto: Guardavalle Web)

L’infrastruttura è stata inaugurata alla presenza di Doris Lo Moro. “Lungomare e sviluppo turistico”- Un impegno realizzato, un’opera di civiltà, una festa per riflettere e progettare. È stato questo il tema del dibattito che ha visto protagonista l’amministrazione comunale. Il sindaco, Antonio Tedesco, nel suo intervento, ha ripercorso le tappe per realizzare l’importante opera. «L’iniziativa di questa sera – ha detto il sindaco- non vuole essere un’autocelebrazione, ma una festa insieme a tutti i guardavallesi, giovani, anziani, turisti, per affermare con orgoglio che c’è l’abbiamo fatta. Tre anni di impegno, di lavoro di momenti anche difficili, che con pazienza, con tenacia, abbiamo saputo superare. Mi sarebbe piaciuto, lo dico con sincerità che questa festa fosse condivisa da tutto il consiglio comunale, da tutte le forze politiche, considerando che di lungomare si parla da oltre 25 anni». Tedesco, con amarezza e rammarico ha evidenziato il ruolo negativo della minoranza, nel momento in cui ha abbandonato l’aula con l’obiettivo di fare solo ostruzionismo. Molto articolato l’intervento dell’assessore ai Lavori pubblici, Lucio Valenti, che si è soffermato ad analizzare i dati tecnici del lungomare, ricordando anche le altre opere realizzate, e quelle in fase di realizzazione, sia nel centro storico, in montagna e nella frazione marina. Ha ricordato anche il nuovo strumento urbanistico il Psa, Piano Strutturale Associato, che vedrà insieme i comuni di Guardavalle, S. Caterina, Monasterace. Uno strumento per uno sviluppo armonico dei tre centri. Infine ha ringraziato l’impresa, che ha realizzato il lungomare, e tutti i tecnici che hanno contribuiti ha dare al paese un’opera moderna che contribuisce a favorire il turismo e l’attività economiche. Più politico – amministrativo l’intervento del consigliere comunale Alfredo Lancellotti, che ricopre la carica di presidente del Consiglio dell’Unione dei Comuni, che ha valorizzato il forte impegno dell’amministrazione, ma anche la necessità che nella realizzazione di infrastrutture, bisogna lavorare in sinergia con gli altri comuni dell’Unione per risolvere i problemi del comprensorio. Madrina dell’inaugurazione, Doris Lo Moro, che ha brevemente analizzato la situazione nazionale del paese, che potrebbe sfociare in nuove elezioni, ma si è detta felicissima di partecipare alla festa per il lungomare, un’opere moderna, che ha visto protagonista l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Tedesco. La serata si è conclusa con l’applaudito Concerto dei “Marisà”, che ha saputo coinvolgere giovani e meno giovani che hanno ballato al ritmo delle tarantelle.

Fonte: Il Quotidiano della Calabria – Franco Laganà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 2 = sei