IMG_2577Foto/segnalazioni inviatoci da alcuni nostri utenti che riguardano la cittadina di Guardavalle (Cz). Un  contributo valido da parte dei cittadini. Le foto si commentano da sole.

20 pensiero su “Guardavalle (Cz). Le vostre foto/segnalazioni.”
  1. Veramente un ottimo servizio, complimenti. Volevo suggerirvi di fare un giro nel paese quando comincia a fare buio. Ci sono delle vie completamente prive di illuminazione. Questa è la mia segnalazione. Spero ne seguiranno altre e spero che vengano anche lette dai nostri amministratori. Continuate così, il vostro giornale mi piace.

  2. non deviamo i discorsi qua si tratta di commentare delle foto no di quello che ha fatto o faràGianni non facciamo trasformismi per deviare i commenti

  3. Non è possibile che nel 2013 un’amministrazione decida di far vivere alla propria cittadinanza delle serate di pura volgarità, si perchè sono state due. Giannino è bravissimo sa fare il suo lavoro però chi ne ha la responsabilità doveva evitare. Un modo di parlare, non adatto per una serata in piazza. Cmq sono del parere che ognuno ha quello che si merita. Un bravo al comico e un elogio all’amministrazione che ci ha dato quello che ci meritiamo.

    1. questo non lo puoi dire, anche se il comune è dissestato e senza soldi, grazie alla nuova ammministrazione e all’aiuto dei cittadini stessi a guardavalle si è fatto più del previsto. hai visto quante serate sono state riempite con musica e altro. sono d’accordo quando dite alcune cose per altre invece no. peppino

  4. Buongiorno, abbiamo lasciato questo articolo in evidenza in quanto abbiamo notato che gli utenti hanno voglia di discutere su determinati argomenti. Vi invitiamo ad affrontare problematiche inerenti le foto, anche se noi stessi ci siamo trovati costretti a chiarire una spiacevole situazione. Stanno pervenendo numerosi commenti, ma la redazione selezione i più interessanti ed elimina direttamente quelli offensivi. Sicuri che approvate quanto scritto, vogliate gradire i nostri più cordiali saluti.

  5. parliamo e facciamo vedere foto,dobbiamo ringraziare il sindaco pino ussia che senza soldi e riuscito a fare spettacolo sia sopra che in marina. ognuno che ha potuto era disponibile a collaborare. bravo pino continua così, sei la salvezza di guardavalle

  6. Vorrei tanto che qualcuno mi suggerisse il modo per spiegare ai miei due bambini che il sindaco è il primo cittadino e che è una persona da imitare. A Guardavalle, si sa, non c’è molto da fare e quindi se ne approfitta per uscire e vedere qualcosa. A Guardavalle Marina ci siamo seduti, qualche giorno fa, per assistere allo spettacolo barzellettando. Devo dire la verità, il ragazzo sul palco molto simpatico e il sindaco in prima fila. Con il passare del tempo le battute diventavano sempre più volgari, non sapevo come fare per distrarre i miei due figli (12 e 9 anni) da quelle battute che niente avevano a che fare con un pubblico (numeroso) misto. La gente rideva, ma chi aveva bambini accanto o semplici ragazze cominciavano a vivere una situazione di disagio. La serata ho saputo che era sponsorizzata dall’amministrazione, quindi già si era a conoscenza di cosa si propinava al pubblico che interveniva. Guardavalle, quindi, è già molto avanti rispetto ad altre piazze del nord, dove i comici riescono a far ridere senza essere volgari. Chi c’era lo sa. Vero sindaco? Abbiamo sentito di tutto…… Come se non bastasse qualche altra sera più tardi un “cantante” in piazza con volume alle stelle, quasi ad infastidire l’orecchio umano, ci “gustava” con una canzone molto bella ed interessante: “L’uccellino della commare”. Va bene tutto….. basta riempire le serate e far credere alla gente di… aver dato. Un mio amico dice che “le parolacce e la volgarità sono la via più breve per far ridere persone senza cervello!”, chissà se è vero? La serata di ieri sera? Lasciamo perdere, perseverare e veramente demoniaco!!!! Ah, dimenticavo, la prima sera i miei bambini, che cerco di educare me li sono portati in gelateria, la sera del cantante solitario sul lungomare a passeggiare………. Alla prossima!!!!

    1. io mi sono divertito, a gianni lo seguo sempre, mi fa morire dal ridere e poi non si pagava a chi non piaceva se ne poteva andare

      1. Vai gianni, a quando il tuo prossimo spettacolo? faccelo sapere ci fai ridere a crepapelle e poi una parolaccia non cambia la vita

    2. Gianni è così. Quel genere di comicità è il suo prodotto, nel bene e nel male. Penso che lui abbia proposto, chi ha accettato sapeva che con il nostro Gianni le barzellette sono un tantino pesanti, soprattutto alcune. Era come invitare, anni fa, cicciolina a proporre un suo spettacolo. Sarebbe in ogni caso opportuno valutare sempre tempi, lingua e luoghi.

  7. Il ponte di S. Rocco sta diventando una storia infinita. Da quanto tempo è in quelle condizioni? Quanto tempo ci deve rimanere ancora? Pérchè visto che è praticabile non si mette in sicurezza? E’ importante sistemarlo in modo tale che nessuno possa correre rischi, perchè in quelle condizioni i rischi ci sono, eccome. L’altra buca con i ferri di fuori che non ho idea dove si trova (invito ad ogni foto a dare la giusta indicazione) non è segnalata e quindi è un pericolo per tutti. Tavolette di legno come il muro di S. Rocco. La vita umana è più importante degli abiti da sposa, almeno per me.

  8. Leggete gente, leggete:
    Il ruolo del Consigliere Comunale
    di FILIBERTO PUTZU

    L’articolo 77 della legge 267 (Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali) definisce il Consigliere Comunale “Amministratore locale” al pari del Sindaco.

    Al pari del sindaco la legge definisce il ruolo etico del consigliere (art.78) ricordando che il comportamento degli amministratori nell’esercizio delle proprie funzioni deve essere “improntato all’imparzialità ed al principio di buona amministrazione”.

    L’articolo 42 della legge 267 dice che “Il Consiglio è l’organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo” ed ha “competenza su programmi, piani finanziari, bilanci e relative variazioni”.

    Sembrerebbe quindi che il ruolo sia ben definito dalla legge, per normare il comportamento di chi è stato eletto in conseguenza delle preferenze di voto ottenute dagli elettori (ricordate ???? un unico voto esprimibile per il candidato alla carica di consigliere comunale !!!) .

    Tuttavia il consigliere è proclamato eletto grazie alla propria rispettiva cifra individuale, che è la somma dei voti di preferenza aumentata dalla cifra di lista .
    Il consigliere comunale è quindi rappresentante non solo di chi espressamente ha scritto il suo nome sulla scheda, ma anche di tutti coloro con cui condivide l’orientamento politico.

    Il consigliere comunale quindi è rappresentante dei cittadini, nella larga accezione del termine.

    A differenza degli assessori comunali (che possono essere scelti dal sindaco tra i consiglieri eletti, ma che possono essere anche coaptati dall’esterno) va ribadito che il consigliere comunale :

    – non è stato chiamato “dopo”,
    – non è stato “tirato fuori dal cilindro come il coniglio” dall’abile prestigiatore,
    – non è stato “recuperato”,
    – non è solo “uomo di fiducia” ,
    – ciascuno consigliere si è apertamente dichiarato (…non è stato nascosto come il coniglio….), si è sottoposto al giudizio della gente, si è preso carico delle loro aspettative, si è impegnato a sostenere valori e ideali ma anche progetti concreti, si è impegnato a rappresentare la gente della propria città.

    Quindi dove sono gli assessori guardavallesi? Uscite fuori!!!!

  9. Leggo spesso le vostre notizie che ritengo scelte e ben selezionate, soprattutto quando trattate argomenti che riguardano la provincia di Catanzaro e soprattutto il paese in cui vivo e cioè Guardavalle. Spero tanto che le foto pubblicate arrivino all’occhio di chi ha competenze in merito. Devo farvi un appunto: questa estate non ho visto una sola serata organizzata dal nostro comune sul vostro giornale. Non un solo accenno ad una sola manifestazione. Posso conoscere, se lo ritenete opportuno, il motivo di questa vostra disattenzione?

    1. Rispondiamo con molto piacere alla sua domanda. Iniziamo con il chiedere scusa a tutti i cittadini guardavallesi se ci è “sfuggita” qualche notizia inerente le numerose iniziative estive “gestite e patrocinate” dell’amministrazione comunale di Guardavalle. Bisogna però dire che l’ufficio stampa o meglio chi incaricato allo svolgimento delle funzioni dell’ufficio informativo del comune non ha ritenuto necessario inviarci alcuna locandina o informazione affinchè noi potessimo dare il giusto risalto alla singola iniziativa. Se questo non è avvenuto, dobbiamo pensare che per l’attuale amministrazione il nostro canale di informazione sia superfluo. Nel momento in cui abbiamo constatato che non ricevevamo alcuna comunicazione, la nostra Redazione ha richiesto ufficialmente al Sig. Sindaco, con nota regolarmente protocolllata, di essere inseriti nell’elenco degli indirizzi a cui inviare eventuali comunicati o qualsiasi altra cosa che possa essere d’interesse per i cittadini del paese. Da quando abbiamo inoltrato la richiesta e fino a tutt’oggi non abbiamo mai ricevuto nulla. Questa è una cosa che avevamo già attuato con la precedente amministrazione, la quale non esitava a rendere pubblica, anche attraverso il nostro giornale, ogni propria iniziativa. Un nostro incaricato, inoltre, visitava più volte al giorno il sito istituzionale del comune all’indirizzo http://www.comune.guardavalle.cz.it/, dove pensavamo di reperire delle informazioni utili inerenti gli spettacoli e quant’altro potesse essere di interesse pubblico, sia nel settore “L’Amministrazione comunica” e nel settore “Agenda eventi” (dove abbiamo riscontrato solo un articolo “DELIBERA C.S. TARIFFE IMU ANNO 2012 – 2013”) in home page. Auguriamoci che con il tempo anche il nostro giornale , tra l’altro molto letto a Guardavalle, possa avere la possibilità di dare informazioni relative ai lavori ed iniziative comunali. Se non siamo stati soddisfacenti ce lo faccia sapere, siamo a sua completa disposizione, come per chiunque altro lettore, per spiegare ed informare. Questo è il nostro ruolo che svolgiamo con passione, professionalità e trasparenza. Distinti saluti. Il Direttore di CostaJonicaWeb.itTito Agazio Lanciano

      1. Sono uno studente universitario e leggere quello che è scritto sopra mi infastidisce. Vivo una realtà, per motivi di studio, molto diversa da quella che si vive a Guardavalle.
        Il Comune è un ente pubblico non una azienda privata. Secondo me al di la di tutto deve dare le giuste notizie usando più mezzi possibili. Se è vero quello che si legge sopra il caro sindaco, a cui ho dato il voto, penso che stia volutamente escludere l’uno a vantaggio di un’altro. Questo non va bene, quando si gestisce un ente pubblico bisogna ponderare correttamente le scelte che si fanno. Qualsiasi situazione situazione dovrebbe essere indirizzata a favore dei cittadini, è la cosa migliore.

  10. Scrivo da Roma. Non avrei voluto farlo, ma le foto che vedo mi ricordano il tempo che stavo in macchina ad aspettare che si sbloccasse il traffico. Guardavalle non è Roma, ma alcuni giorni era peggio. Macchine lasciate ovunque, per arrivare alla colonna dovevi fare la ginkana, poi se c’era qualche camion addio. Voglio chiedere al signor sindaco che fine hanno fatto tutti i segnali che vietavano la sosta. Se i segnali sono stati rimossi, a meno che non siano stati rubati, ma se è avvenuto ciò sicuramente ci sarà una denuncia, l’intenzione era quella di creare quanto avviene giornalmente nel centro di guardavalle. Miglioriamo questo bel paese, se vi abbiamo eletto è perchè abbiamo fiducia, non ce la fate perdere. Su le maniche allora, meno spettacolo e più impegno.

  11. E’ uso politico pubblicizzare solo quello che interessa. L’amministrazione attuale non è da meno. Le tre giornate ecologiche hanno fatto il giro del mondo con foto e relativo filmato dove, mi hanno detto, qualcuno dimentica ciò che rappresenta. Guardavalle è così le foto parlano chiaro: le tre giornate ecologiche ben vengano, ma poi???? La coscienza è a posto?? No, cari miei, bisogna lavorare per il bene della sicurezza e soprattutto, in questo caso, della comunità guardavallese.

  12. se il comune nn ha soldi perchè li hanno spesi tutti perche le luci del campetto della marina restano accese tutte le notti. percè non scrivete le vie e la zona a cui sono stati fotografati?

  13. ma non avevano pulito il tutto e organizzato avevano pure festeggiato e brindato vedi foto su guardavalle onlaine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 7 = nove