Per il momento dovranno lasciare la propria casa gli inquilini dell’abitazione maggiormente colpita dal recente allagamento che ha interesstao parte di località “Piani di Bella” a Davoli Marina. Ieri, infatti, i vigili del fuoco del distaccamento di Soverato hanno effettuato un sopralluogo sullo stabile nel quale penetra acqua dal pavimento (a causa di un’abbondante falda acquifera sottostante) dichiarandone l’inagibilità. La famiglia colpita dal grave disagio sta, dunque, effettuando il trasloco mentre, nel frattempo, l’amministrazione comunale (dopo un sopralluogo effettuato sul vicino torrente Melis dal sindaco Cosimo Femia, accompagnato vigili urbani, Vdf e tecnici dell’Autorità di bacino regionale) ha incaricato una ditta (la Notaro) di effettuare alcuni lavori per tamponare l’emergenza nella casa appena evacuata. Si sta procedendo, infatti, ad effettuare degli scavi che impediscano all’acqua di confluire nella zona sotto la casa, in modo da creare un punto di sfogo.

Nei giorni scorsi, le famiglie più colpite dall’insolito fenomeno dell’acqua che penetra dal pavimento erano arrivate a compiere una protesta simbolica, incatenandosi per lamentarsi contro l’assenza da parte delle istituzioni.

Ora, dopo i recenti sopralluoghi in loco, questi lavori arrivano a lenire (almeno in parte) il disagio della popolazione. Ma si tratta, per il momento, di una prima “tranche” operativa. Gli interventi, infatti, in una fase successiva, dopo le valutazioni che verranno prese dai tecnici, saranno completati da interventi probabilmente più consistenti sull’intera area. Infatti, il problema riscontrato appare il risultato di un fenomeno più ampio che sta interessando la parte a monte della località “Piani di Bella”, nel tratto superiore del torrente Melis, che ad un certo punto inizia a scorrere sottotraccia finendo, con ogi probabilità, per ingrossare la falda acquifera in questione. (f.r.)

Gazzetta del Sud del 4.3.2010

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 3 = dodici