mongiardo

E’ proprio freschissimo di stampa il libro di Salvatore Mongiardo “Cristo ritorna da Crotone” edito da Gangemi in Roma. Sarà sicuramente l’evento letterario dell’anno, poiché rivoluziona alcune tesi sul Cristianesimo, dimostrando che le radici culturali del messaggio di Gesù derivano dall’antica Calabria, dove re Italo (3500 anni fa circa) fondò l’Italia con il Sissizio, il convivio comune ed egualitario. Attorno al Sissizio si svilupparono i valori di amicizia, libertà, giustizia sociale, rifiuto dei sacrifici di sangue, dieta vegetariana, comunità di vita e di beni, adottati poi dal grande filosofo Pitagora di Crotone (570-495 a.C.) e riassunti nel “Sissizio pitagorico”, la cena rituale col pane ed il vino. La dottrina della Scuola Pitagorica di Crotone si diffuse in tutto il Mediterraneo, così come i Sissizi (come ci conferma l’altro grande filosofo Aristotele nella sua “Politica” cap. 7 par. 9/2), fino ad arrivare alla comunità degli Esseni in Palestina, i quali celebravano la stessa cena sissiziale, diventata l’Ultima Cena di Gesù. La Calabria fu, quindi, la culla dell’Eucarestia. Dalla Calabria proviene pure l’uso dell’ostia bianca e rotonda della messa così come la tovaglia di lino sugli altari.

 mongiardoSalvatore Mongiardo nel libro “Cristo ritorna da Crotone” spiega le culture attraverso cui si è formata la dottrina di Gesù e dà nuova luce al destino dell’Umanità. Con la scoperta di queste radici culturali della “Calabria Prima Italia”, l’Autore rivela un Cristo nuovo e ne annuncia la Sua seconda venuta ideale, per questo il titolo “Cristo ritorna da Crotone” da cui era partito altrettanto idealmente oltre 2500 anni fa. Una strana coincidenza: tale libro è stato stampato proprio lo stesso giorno in cui veniva eletto il nuovo Papa Francesco (Jorge Bergoglio), il quale nei primi giorni del Suo Pontificato ha esordito enunciando le medesime aspirazioni programmatiche contenute in “Cristo ritorna da Crotone” … tanto è che Mongiardo ha inviato al Pontefice una “Esortazione” a proseguire in tale “rivoluzione” e lo ha invitato a venire in Calabria, alle più vere radici del più vero Cristianesimo. Una semplice coincidenza o una probabile profezia? Intanto la pubblicazione di tale libro rappresenta un evento tutto calabrese, essendo calabresi sia l’Autore Salvatore Mongiardo (nato a Sant’Andrea Apostolo dello Jonio 72 anni fa) che l’Editore Gangemi, la cui attività prosegue in modo sempre più prestigioso collocandosi tra le migliori case editrici italiane.

 Salvatore Mongiado (www.salvatoremongiardo.com) da tanti decenni sta portando avanti questi studi sulle radici del Cristianesimo e sui valori paralleli scoperti da grandi pensatori nati proprio in Calabria nel corso degli ultimi tre millenni. Ne ha dato i risultati in tutte le sue pubblicazioni a stampa come “Ritorno in Calabria” (1995 e 2003), Viaggio a Gerusalemme (2000 e 2008), Sesso e Paradiso (2006), Perché la violenza (2009). Con “Cristo ritorna da Crotone” sembra chiudere il cerchio di tutte queste originali e profonde ricerche che sicuramente rivoluzioneranno non soltanto la filosofia occidentale ma soprattutto la teologia del Cristianesimo. Tutti i suoi precedenti libri sono consultabili su appositi siti internet in lingua italiana, inglese e tedesca, mentre per questo più recente è disponibile pure la versione ebook visitando il sito www.gangemieditore.it. La presentazione ufficiale dell’Opera avverrà in Roma, in Via Sistina verso i primi di maggio per poi proseguire, ovviamente, a Crotone e in tante altre città italiane ed estere.

 Scritto dal dr. Domenico Lanciano, pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti del Molise, tessera n. 112352 * tel. 320-7982378 * ufficio 0865-722449 * mimmolanciano@gmail.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 8 = quindici