Continua la pressione dei Carabinieri Forestali contro il grave fenomeno dei tagli boschivi abusivi nel territorio della provincia di Reggio Calabria.

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Caulonia hanno deferito all’Autorità Giudiziaria un trentasettenne del posto, intento a tagliare illecitamente numerose piante del genere Eucaliptus in un bosco nel comune di Caulonia

I militari di pattuglia nel corso dei normali servizi di istituto hanno riscontrato, in località Calvario – Spilinga, un’ampia superficie disboscata con circa 100 piante abbattute ancora sul letto di caduta e circa 30 già asportate. Sul posto era presente il trentasettenne che giustificava il taglio mostrando una autorizzazione concessa dai proprietari dei terreni.

Ad una più accurata verifica effettuata con la strumentazione in dotazione e con la consultazione delle banche dati veniva accertato invece che parte consistente della superficie tagliata, fatte salve le verifiche nei vari gradi di giudizio, sembrerebbe di proprietà di un ente religioso all’oscuro di tutto. Inevitabile quindi, su disposizioni della Autorità Giudiziaria, il sequestro dell’area disboscata ed il deferimento dell’uomo.

 

Lascia un commento