”Un primo intervento contro il dissesto idrogeologico e per la valorizzazione dell’area archeologica”. Questa la sintesi della giornata di volontariato attivo che si e’ svolta a Monasterace (Rc) e che ha visto impegnata l’amministrazione comunale, il personale della biblioteca, i cittadini, i volontari di Legambiente Calabria e del Circolo di Reggio Calabria.

 ”Abbiamo da poco concluso l’iter per l’affidamento del servizio di raccolta differenziata” – dichiara il sindaco di Monasterace, Maria Carmela Lanzetta, che ha concretamente partecipato all’intervento di pulizia delle due aree prescelte ”e tra qualche settimana partira’ il servizio di raccolta porta a porta. E’ un progetto a cui crediamo molto perche’ abbiamo fiducia nella sensibilita’ e intelligenza dei cittadini di Monasterace, ma sappiamo anche che molto dipende dall’informazione che noi riusciremo a dare sulle modalita’ di raccolta, perche’, cosi’ come e’ stato per Roccella Jonica, dove la differenziata ha in breve tempo raggiunto percentuali importanti, nessun obiettivo puo’ essere raggiunto senza l’adesione convinta e la collaborazione della cittadinanza.” ”Per questo – continua il sindaco Lanzetta – stiamo pensando a degli incontri informativi nei quartieri.  Una informazione porta a porta per far partire bene il progetto e realizzare anche a Monasterace una corretta gestione dei rifiuti”. (ASCA)  red/gc