Tifo da stadio in alcuni frangenti e una polemica che abbraccia il virtuale. Per virtuale intendiamo facebook noto social network nel qualesi è consumata una diatriba trail sindaco Maria Carmela Lanzetta e il consigliere di opposizione Cesare Deleo. Proprio quando quest’ultimo parlava dei tanti giovani che lo incitano dal suo profilo, il sindaco Lanzetta e qualche elemento della maggioranza consigliare rimbrottava alludendo a dei toni fin tropo aspri presenti nello stesso profilo da parte di sostenitori deleiani. Deleo ribatteva che altrettanto è successo con i sostenitori lanzettiani che si affaccianoal socialnetwork .Qualche urlo si è scorto dalla vasta platea mentre la discussione sia accendevalosi èsentitoanche nella sala delle adunanze comunali, ala fine però niente di grave. Certo però che è già pronto a essere stilato un nuovo regolamento per i consigli comunali che di qui a breve passera alla valutazione del consiglio comunale. Dal nostro osservatorio comunqueci permettiamodi invitare alla calma i sostenitori di ambogli schieramenti.Calma olimpica invece per i consiglieri di opposizione della lista ”cambiamo il domani”Die – go Origlia e Nicolino Procopio che saranno pronti a dare battaglia più in là e nel frattempo sono stati spettatori di uno scontro piuttosto duro. Scontro che tuttavia è stato anche di natura politica con Cesare De Leo protagonista fin dall’inizio sul punto numero uno quella sull’eleggibilità dei consiglieri. Deleo ha chiesto al sindaco se tra i consiglieri eletti, che sono in comunione dei beni con ilconvivente vifosse qualcuno che avesse debiti con il comune. Il sindaco ha chiesto l’intervento di Maria Lucà responsabile aria finanziaria, che ha ribadito che tutto era nella norma. Ma è dopo la lettura delle linee programmatiche della Lanzettache il consigliere d’opposizione è intervenuto. Un intervento lungo con qualche schermaglia tra Deleo che ha criticato “l’atteg – giamento ilare” di qualche componente dell’esecutivo e non soloe il sindaco cheha definitivo l’intervento di Deleo “di mera campagna elettorale”. Deleodalcanto suosièfatto portavoce di alcune problematiche come quella dei lavori interrotti del centro storico, l’ex sindaco ha enucleato i rischi per la comunità in caso il fondo regionale non venga ripristinato presto. Deleo haparlato dipubblica illuminazione e dei 230 mila euro da restituire a cassa depositi e prestiti , del collettamento fognario da completare, della pulizia delpaese e della sua idea di prolungamento del lungomare relativo al lato sud dello stesso e di una rotondasullo svincoloautostradale vicino la chiesa di San Giuseppe Lavoratore. Molto dibattuto l’argomento Piazza Porto Salvo, Deleo chiede tempi certi e soprattutto si domanda come farà la giunta a provvedere al pagamento della prima trance di lavori (150 mila euro circa) a prescindere se si riesca a recuperare il fondo perduto. Deleo ha parlato anche dei due palazzi fatiscenti di proprietà Guiscardi adiacenti la piazza che lui in una lettera privata indirizzata ai Guiscardi proprietari dell’immobile aveva chiesto che fossero donati al comune.

Il Quotidiano della Calabria del 27.05.2011 – Vincenzo Raco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× nove = 18