IMG_5122Si è svolta a Villa Cianciafara a Zafferia una mostra di “Scatole di Latta”, un insieme di cofanetti che abbracciano un arco di tempo che va dal 1900 ai giorni nostri. La collezionista la Sig.ra Laura Galati ha messo in esposizione scatole di tutti i tipi, da quelli che contenevano biscotti a quelle natalizie, da quelle per profumi a quelle per caramelle, tabacco, cacao e tantissimi altri prodotti. La Sig.ra Laura Galati inizia questa collezione in quanto colpita dal valore e dal fascino delle scatole di biscotti e nell’arco di alcuni decenni mette insieme centinaia di oggetti che sono divenuti appunto il tema della mostra. I contenitori esposti erano raggruppati secondo l’epoca, evidenziando come questo imballaggio sia unico nel suo genere e tipico per il momento storico in cui viene realizzato. Bisogna inoltre affermare la capacità che ha la scatola di latta, in quanto contenitore di prodotti di marca, di testimoniare i vari momenti di evoluzione di aziende e marchi. Presente al divertente pomeriggio anche IMG_5162l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Messina Pinella Aliberti. Alla manifestazione, organizzata con la collaborazione dell’Associazione Jobel, sono stati ospiti circa trenta bambini, con situazioni familiari particolari, provenienti dall’Istituto Antoniano, dall’Istituto Santo Spirito e dallo stesso Villaggio di Zafferia.I piccoli visitatori incuriositi dagli oggetti esposti, soprattutto quelli con forme particolari e con colori e disegni vivaci hanno posto diverse domande in merito e successivamente hanno partecipato al rinfresco organizzato per loro dalla Sig.ra Galati e dal consorte Prof. Giuseppe Amedeo Mallandrino, proprietario della Villa. E’ ormai consuetudine, infatti, che i coniugi Mallandrino subito dopo le festività natalizie offronIMG_5093o a bambini disagiati un pomeriggio di gioia e di sano divertimento. Quest’anno l’animazione è stata affidata ai ragazzi della Parrocchia locale. Alla fine sono stati consegnati a tutti i bambini delle scatole di colori, alcune offerte dall’Airc, tramite la Sig.ra Micaela Marullo. Il giorno dopo la mostra è stata aperta ai visitatori.

Tempostretto.it – Tito Lanciano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


due × 1 =