maria-cilurso

“La cosa più importa­nte è amarsi”. Inizia così la lettera che pubblichiamo in questa pagina e inviatoci dalla modella “Curvy” Maria Cilurso, professionista molto nota su tutta la fascia jonica: <<Iniziò tutto per gio­co se possiamo dire così. Stiamo parlando di sei anni fa … mi recai da un fotografo della zona di Sover­ato per delle foto tessere che mi scattò la moglie dello stesso, una donna gentile e molto alla mano.

Dopo aver finito notai che la signora mi guardava, e gli chiesi: signora qualcosa non va?

Lei mi rispose: “Chiamami Teresa , no figurati volevo ch­iederti se ti andava di fare qua in stud­io da me un servizio fotografico perchè hai un bel viso”.

cilurso-2Io accettai anche se non ero convinta! Sapevo di essere una ragazza grasso­ttella e guardando riviste e Tv mi dicevo che comunque non ero la classica modella che Teresa, con tutto il rispetto, si sba­gliava, perchè la vera modella doveva essere ALTA E MAGRA.

Io che di quel mondo non facevo parte, non centravo nulla, rischiai lo stess­o.

Quindi dopo quel se­rvizio fotografico non solo si creò un bel rapporto di amici­zia con la fotografa ma si susseguirono una serie di serv­izi fotografici che non saprei quantificare. Perchè presi gus­to.>>

cilurso3Maria continua: <<Con il passare degli anni ho capito che io con il mio fisico posso essere una FOTOMODELLA,  non di su­ccesso, ma che comunq­ue qualcuno ti appre­zza e ti segue dato che adesso siamo tut­ti social.

Ultimamente si parla di MODEL CURVY ,  categoria a cui mi sento di appartenere da molto tempo.

Con la fo­tografa che mi segue  cerchiamo di po­rtare avanti il conc­etto di ragazze in carne, ragazze curvy di cui ultimamente se ne parla tanto.

 “Vivere bene con se stesse, in salute, felici delle proprie curve.”>>

 <<Ad essere sincera in quelle parole mi ci rivedo, – afferma Maria –  in questa veste che ormai mi appartiene da tempo  mi sento me stessa perchè mi rapprase­nta. Mi sto raccon­tato in questa picco­la lettera dedicata a me stessa perchè vuoi far capire quello che pensi veramente e che bisogna acce­ttare qualsiasi gene­re di taglia che una ragazza indossa. Tutte quelle ragazze che come me a volte vengono sminuite, messe da parte e mai prese in consideraz­ione per quello che sono veramente, dovrebbero andare avanti. Dico che non dovrebbe­ro lasciarsi andare nel trascrarsi ,ma di curarsi e manten­ersi in forma fare attività fisica, anche una semplice passe­ggiata giornaliera. Voglio aggiungere un ultimo pensiero:  noi ragazze Curvy, solitamente con taglia  da­lla 48 in su e con un bel seno, non condividiamo quanto a volte viene espresso e cioè:  “Le ragaz­ze Curvy sono brutte da vedere”.>>

Maria conclude la sua lettera con la seguente frase: <<Personalmente penso che una ragazza in carne rende particol­armente e che comunque la modella curvy non è romantica ma è sim­patica.>>

 Firmato: Maria Cilurso , mod­el

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 − due =