La Squadra Mobile ha posto in stato di fermo, un americano di 27 anni che avrebbe violentato una coetanea inglese su una nave da crociera durante la navigazione fra Civitavecchia e Messina. Appena sbarcati a Messina la ragazza ha denunciato il collaboratore della nave che l’ha rinchiusa in cabina e violentata. L’uomo è rinchiuso nel carcere di Gazzi. Ha violentato una turista inglese di 27 anni su una nave da crociera in navigazione da Civitavecchia a Messina. La ragazza, non appena la Celebrity Equinox del gruppo Royal Carribean, è attraccata nel porto di Messina lo ha denunciato e per un 27enne americano, collaboratore della nave, è scattato il fermo da parte della Squadra Mobile. L’uomo ora si trova rinchiuso nel carcere di Gazzi per rispondere di violenza sessuale.

A firmare il provvedimento il procuratore aggiunto Vincenzo Barbaro ed il sostituto Anna Maria Arena.

La violenza è avvenuta nella notte fra venerdì e sabato scorsi. Il 27enne americano del Colorado ha conosciuto al bar la coetanea inglese e le ha offerto da bere. Sono stati insieme per qualche ora e finchè la ragazza ha chiesto riandare a dormire. Ma il giovane ha insistito per accompagnarla in cabina ed una volta all’interno l’ha immobilizzata e violentata. Quando tutto è finito la ragazza è uscito urlando dalla cabina e chiedendo aiuto. Lo testimoniano anche le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso della nave, già acquisite dagli investigatori della Squadra Mobile. Subito è stato avvertito il comandante della nave che a sua volta ha contattato l’ufficio della Polizia marittima di Messina. Quando la Celebrità Equinox è giunta in porto sono saliti a bordo gli uomini della Mobile che hanno sentito la turista inglese. Quindi una loro relazione è stata consegnata in Procura ai magistrati Barbaro e Arena che hanno firmato il provvedimento di fermo. La ragazza è stata sottoposta a visita medica e subito dopo è potuta ripartire per proseguire la crociera.

Tempostretto.it