Reggio Calabria. Sui lavori di realizzazione della variante della statale 106 di Roccella il prefetto Vittorio Piscitelli ha ricevuto il sindaco di Roccella Giuseppe Certomà accompagnato dal vicesindaco Sisinio Zito e dal presidente del Consiglio comunale Pasquale Vozzo.

Nel corso dell’incontro, comunica una nota della Prefettura, i rappresentanti dell’amministrazione locale hanno, tra l’altro, auspicato che possa riprendere rapidamente l’iter dei lavori di completamento della variante.

La procedura d’appalto dell’opera, curata dal Compartimento viabilità Anas per la Calabria, è infatti, al momento bloccata in attesa della decisione del ricorso giurisdizionale avverso il provvedimento di aggiudicazione definitiva presentato da una delle ditte partecipanti alla gara.

Il Prefetto, si legge, ”ha dato atto della rilevanza strategica dell’opera che , una volta completata consentirebbe al sistema locale dei collegamenti viari di far un notevole salto di qualità rendendo più fluida la circolazione veicolare in transito nell’area cittadina con una contestuale riduzione dei livelli di inquinamento che vi si registrano attualmente ed in modo particolare nel periodo estivo”.

Il rappresentante del Governo ha evidenziato l’importanza dell’intervento per finalità di protezione civile atteso che la nuova arteria permetterebbe di usufruire di un itinerario alternativo rispetto all’unica strada oggi utilizzabile, garantendo, in caso di eventi di particolare gravità, il tempestivo afflusso di personale e di mezzi di soccorso.

Il Prefetto ha quindi rassicurato i propri interlocutori “sull’attenzione con cui continuerà a seguire la vicenda per favorirne la positiva conclusione in un’ottica di soddisfacimento dei legittimi interessi della comunità locale interessata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


3 × uno =