Catanzaro – Nella serata di ieri, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ex art. 73 DPR 309/90, personale dipendente del Commissariato Sezionale di P.S. di Catanzaro Lido ha tratto in arresto B. R., catanzarese, classe 1966, pregiudicato, in atto sottoposto ad Avviso Orale, perché trovato in possesso, ai fini di spaccio di un involucro contenente grammi 10 di sostanza stupefacente di tipo cocaina.

Questi, persona già nota alla Polizia di Stato. in quanto orbitante negli ambienti di spacciatori ed assuntori di sostanze stupefacenti, nel primo pomeriggio era stato fermato a bordo del proprio motoveicolo Yamaha T Max, e sottoposto a perquisizione personale, estesa anche sul mezzo. L’operazione dava esito negativo.

Tuttavia, nella certezza che il B. R. stesse rientrando dalla zona del reggino, ove si era recato per approvvigionarsi di sostanza stupefacente, gli Agenti operanti tornavano sul luogo della perquisizione, al fine di verificare se, nei pressi, si rinvenissero involucri di cui lo stesso B. R. poteva essersi repentinamente disfatto immediatamente prima della perquisizione, eludendo il controllo di polizia giudiziaria.

Infatti, ritornati sul posto, gli Agenti, dopo un accurato controllo del terreno circostante il luogo della perquisizione, riuscivano ad individuare un involucro di colore nero, apparentemente abbandonato tra un cespuglio ed il muro di cinta dell’adiacente casa cantoniera. Veniva quindi predisposto un servizio di osservazione nelle immediate vicinanze della casa cantoniera, al fine di individuare eventuali soggetti che andassero a prelevare l’involucro sospetto.

Qualche ora dopo, si notava l’arrivo dello stesso B. R., a bordo di uno scooter, che dopo aver parcheggiato il mezzo, si dirigeva verso la casa cantoniera, con aria apparentemente indifferente. Giunto sul posto in cui era stata precedentemente operata la perquisizione a suo carico, a conferma di quanto ipotizzato dagli Agenti, l’uomo individuava l’involucro e se ne impossessava. Si dirigeva, quindi, frettolosamente verso la moto precedentemente parcheggiata sul margine opposto della strada, ma ancor prima di attraversare la carreggiata veniva avvicinato dagli Agenti ivi appostati, alla cui vista, senza opporre resistenza, consegnava l’involucro che aveva pochi istanti prima preso da terra.

B. R. è stato quindi tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, dopo aver verificato, tramite il locale Gabinetto di Polizia Scientifica, che l’involucro conteneva sostanza stupefacente del tipo cocaina, per complessivi grammi 10 (dieci).

Il P.M. di turno disponeva che l’arrestato, dopo le formalità di rito, venisse accompagnato presso il proprio domicilio, in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’A.G..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× due = 4