Ultimi spettacoli del circo di Viviana Orfei, che sino a lunedì 22 ottobre, si fermerà a Messina proponendo due spettacoli giornalieri, alle ore 17.30 ed alle 21.15, per la durata di circa due ore e un quarto, con artisti provenienti da quattro diverse nazioni. L’iniziativa è stata patrocinata dal Comune di Messina e prevede anche, a conclusione della tournée peloritana, l’offerta da parte della direzione del Circo di piante ed alberi, che saranno sistemati nel realizzando parco urbano di Maregrosso.

Durante le scorse settimane il Circo ha ospitato disabili accompagnati dalla Croce rossa italiana ed il 12 ottobre seminaristi, ragazzi della Comunità Alloggio e bambini della Casa Famiglia di Cristo Re, che tra acrobati e trapezisti, clown, piloti e domatori hanno trascorso due ore in allegria. Con l’iniziativa supportata dal Comune si è avviata la fruizione pubblica dell’area di Maregrosso, prospiciente gli ex manufatti di veterinaria, recuperata nell’ambito del programma comunale per la valorizzazione del waterfront. Il circo di Viviana Orfei è legato a quel circo Bizzarro, sotto il cui chapiteau, all’indomani del 28 dicembre a ponte Zaera, furono ospitati superstiti e feriti del terremoto che distrusse Messina.

Marito di Viviana e contitolare dello stesso circo, è infatti Alvaro Bizzarro, nipote di Giuseppe Bizzarro dell’omonimo circo che, 104 anni fa, si prodigò per soccorrere i superstiti del sisma. Nel febbraio del 2008, nel centenario di quella tragedia, la città dello Stretto manifestò agli eredi la gratitudine di Messina nel corso di un incontro svoltosi nella sede civica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


tre + = 11