La Fondazione ITS Elaia Calabria, in collaborazione con l’amministrazione comunale, ha organizzato il 2 e 3 dicembre a Tropea, nella suggestiva cornice di palazzo Santa Chiara, due giornate di incontri, seminari e convegni su “Turismo ed alta formazione in Calabria”, e su come la formazione tecnica superiore possa sostenere la competitività delle imprese turistiche.

Tante le parole chiave emerse dai lavori di Tropea: microcredito, sostenibilità, apprendistato di III livello, digitalizzazione, nuove competenze, territorio, riqualificazione professionale, destinazione turistica.

Numerosi gli interventi qualificanti di questa prima edizione, seguiti da interessanti e stimolanti dibattiti con domande da parte del pubblico presente, composto nella prima giornata di seminari, soprattutto da giovani.

“L’università del Giappone con la quale la mia amministrazione ha siglato un accordo – ha evidenziato Giovanni Macrì, sindaco di Tropea – è molto interessata al nostro modo di fare marketing, e con l’ITS Elaia Calabria si potrebbe puntare ad uno scambio di esperienze che farebbe registrare benefici ad entrambi le parti.”

Il direttore della Fondazione, Michele Capalbo, ha parlato della costante attenzione della Fondazione ai fabbisogni delle imprese turistiche, che si manifesta col proporre ogni anno nuovi profili, al passo con un mercato in continua evoluzione e capaci di garantire anche la riqualificazione tecnica dei quadri intermedi di tante imprese in Calabria.

Due giornate intense e interventi di alto profilo, con la presenza di Nicolantonio Cutuli (IIS Tropea), Fabrizio D’Agostino (Federalberghi Calabria), Orlando De Pietro (UniCal), Marco Furnari (ANPIT VV), Angelo Napolitano (ARCA), Michele Raccuglia (Anpal Servizi), Antonio Rispoli (ENM), che la Fondazione intende ripetere a cadenza annuale, coinvolgendo di volta in volta altre importanti destinazioni turistiche calabresi.

“È stato un evento che mira a valorizzare le attività del nostro ITS che si occupa di turismo – ha dichiarato il presidente della Fondazione, Cataldo Lopardo – siamo convinti, infatti, che i nostri corsi possano contribuire a fare crescere la competitività del sistema turistico regionale. Per questo abbiamo deciso di partire da Tropea che rappresenta sicuramente una delle destinazioni turistiche più importanti tra quelle presenti nel panorama regionale”.

Una due giorni che ha visto emergere tanti spunti di lavoro, e da cui la rete della Fondazione ITS Elaia Calabria ne esce rafforzata così da garantire maggiori occasioni di occupabilità ai suoi studenti. Presenti a Tropea, quelli frequentanti il secondo anno dei percorsi di “Hospitality Management” e di “Food & Beverage Management”, una presenza attiva e interessata, in particolare nei momenti di dibattito sull’apprendistato di III livello e sul fare impresa con “Yes, I Start Up – Calabria”.