LOCANDINA 1 MAGGIOResidenza MigraMenti, al teatro comunale di Badolato il Primo maggio il concerto rock’n’blues dei Walking trees. Due tra gli spettatori riceveranno i biglietti per assistere alla data romana del 6 luglio dei Muse. E se quella del Primo maggio fosse un’opportunità per trascorrere una serata all’insegna del buon rock blues? E’ quanto si sono chiesti dalle parti della residenza teatrale MigraMenti, al teatro comunale di Badolato. Diretta da Luca Maria Michienzi e Anna Maria De Luca, la residenza – che rientra nel sistema delle residenze teatrali della Regione Calabria, finanziate con i fondi dell’Unione Europea – ospiterà infatti per quella data, con inizio alle ore 21.00, il concerto della “genuine southern rock’n’blues band”, come preferiscono definirsi, dei Walking Trees. Ma c’è di più: tra coloro che assisteranno al concerto, in due riceveranno altrettanti biglietti gratuiti per assistere al concerto che gli inglesi Muse terranno a Roma il prossimo 6 luglio. Occasione ghiotta, dunque, per gli appassionati della buona musica che, ad ogni modo seguiranno una delle più interessanti formazioni calabresi dedicate al genere.

Il primo nucleo della band nasce nel Dicembre del 1993. Il nome dato alla band fu The Walking Trees (l’articolo davanti al nome faceva molto band anni 60/70) e derivò dalla forma di una radice trovata durante una passeggiata distensiva in montagna. Solo in seguito, per sembrare dotti ed eruditi, tale scelta venne attribuita a citazioni tratte da scritti di Edgar Allan Poe, dal Signore degli Anelli di Tolkien. I Walking Trees nascono come cover band, anche se con il passar del tempo hanno arricchito il loro repertorio con brani propri, e traggono ispirazione dal blues più tradizionale (Muddy Waters, Jimmy Reed, Willie Dixon, Buddy Guy, B.B. King), passando dal rhythm’n’blues di Otis Redding, Wilson Pickett, Creedence Clearwater Revival, Allman Brothers, rifacendosi agli shuffle di Stevie Ray Vaughan, Kenny Wayne Shepherd, per sfociare nel rock blues di Hendrix, Cream, Popa Chubby, ZZ Top, Black Crowes e tanti altri. Si ricorda la loro partecipazione a due edizioni dell’Etna Blues Festival di Mascalucia (Ct) che li ha visti secondi classificati nel 2006 con apertura del concerto di Marcia Ball e al primo posto nell’edizione 2008 con apertura del concerto di Willy De Ville, al Marco Fiume Blues Passion di Rossano, nel 2007 al Big Mama di Roma nell’ambito della manifestazione “Just Like A Woman (omaggio a Janis Joplin)” presentata da Ezio Guaitamacchi, l’apertura dl concerto di Popa Chubby a Cittanova (Rc). Nel 2009 partecipano al Tropea Blues on the Street, alla serata finale del Brindisi Blues Festival dal quale è tratto il loro cd live “Cheers!”, sono presenti al Pignola Blues Festival, e si esibiscono in qualità di vincitori dell’”obiettivo bluesin’” al Pistoia Blues Festival, sullo stesso palco di Derek Trucks e Joss Stone. Nell’agosto del 2010 aprono il concerto di Rob Tognoni al Polistena Rock Blues Festival, e quello di Amy Coleman al Policoro Blues in Town Festival. Impressiona la vastità del repertorio di cui dispongono, la durata media di un concerto non esiste (in teoria), il gruppo si adatta benissimo a sfruttare tutte le energie che riceve dal pubblico, che è sempre stato il “quinto elemento” dei Walking Trees.