Nel corso del pranzo di Natale, il presidente della Onlus catanzarese “La Fenice”, Emanuele Cannistrà, ha consegnato un’artistica targa al dottor Claudio Ceccotti, Direttore della Struttura Ospedaliera Complessa di Neurochirurgia dell’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, quale riconoscimento per l’attività professionale svolta dal neurochirurgo nel corso di questi anni.

“Una vita senza macchie e senza riflettori, – hanno sottolineato tutti i soci – esempio di onestà, altruismo, senso del dovere, semplicità e soprattutto, amore verso il prossimo”.

Virtù assai rare di questi tempi, che i soci de “La Fenice” ed il presidente Cannistrà hanno voluto valorizzare con questo encomio.

Questa la motivazione: “Al Dottor Claudio Ceccotti, direttore SOC di Neurochirurgia, Azienda Sanitaria Pugliese-Ciaccio, di superlativa e comprovata preparazione professionale, dirigente medico d’integerrima struttura morale, di cristallina lealtà ed adamantina onestà che esercita la medicina in libertà, indipendenza di giudizio e di comportamento rifuggendo da ogni indebito condizionamento e cura ogni paziente con eguale scrupolo ed impegno, prescindendo da etnia, religione, nazionalità, condizione sociale, ideologia politica, ma anche promuovendo l’eliminazione di ogni forma di discriminazione in campo sanitario. Dirigente medico dotato di straordinaria motivazione al lavoro che con costante impegno ed a costo di gravi sacrifici personali, rende estremamente efficiente e funzionale il settore da lui diretto. Claudio Ceccotti, nel prestare, in scienza e coscienza, la sua opera, con diligenza, perizia, prudenza e secondo equità, osserva le norme deontologiche che regolano l’esercizio della medicina, si pone naturalmente come mirabile esempio di lealtà, onestà ed incondizionata disponibilità”.

Non è facile raccontare in breve il bagaglio umano, professionale e morale del dottor Ceccotti. Specializzato nel 1980 cum laude presso l’Università Federico II di Napoli, dirige la Neurochirurgia del Pugliese-Ciaccio dal 1993, dove ha effettuato oltre 4000 interventi chirurgici, concernenti la patologia neurochirurgica di elezione e di urgenza e pubblicato oltre 140 pubblicazioni di carattere scientifico nello stesso ambito medico.

Ceccotti ha quindi ringraziato i soci della Onlus per questo significativo encomio.

“Il lavoro in un ambito così delicato, come la neurochirurgia, raggiunge buoni risultati – ha detto – solo quando è condotto con grande scrupolo professionale e assoluta imparzialità”. Elementi, questi, che hanno certamente caratterizzano nel corso degli anni il team neurochirurgico dell’ospedale Pugliese.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


nove + = 13