“In un Paese come l’Italia in cui le tangenti sono state e sono prassi quotidiana, l’esempio dell’assessore regionale del turismo, dello sport e dello spettacolo Manlio Messina e di Raoul Russo, capo della segretaria particolare, costituiscono l’esempio di una classe politica che amministra capace di denunciare con coraggio e senza indugi il tentativo di corruzione che ancora oggi viene praticato con disinvoltura da chi pensa di poter “oliare” i meccanismi a suon di denari”.

Lo dice Elvira Amata, capo gruppo di Fratelli d’Italia all’Ars, che aggiunge: “La decisione di denunciare tutto ai carabinieri di Messina e di Russo deve essere presa ad esempio da tutta la politica chiamata ad amministrare i fondi pubblici e sia un monito per quanti ritengono di poter agire indisturbati alla vecchia maniera.

Non possiamo che essere fieri di un assessore regionale di Fratelli d’Italia che ha deleghe molto importanti e che in questi due anni di pandemia ha sempre agito a tutela del settore turistico, dello spettacolo e dello sport che hanno tanto sofferto”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


nove × 7 =