Talenti in erba per un concerto che riflette il valore della Scuola Alla manifestazione di fine anno hanno aderito gli istituti a indirizzo musicale della provincia. Giovani musicisti del reggino protagonisti al concerto “Note di…..Natale” organizzato dall’Ufficio scolastico provinciale. La manifestazione è andata in scena nei giorni scorsi nella Basilica Cattedrale, con laconduzione di Loredana Aquilino. Emozionante e coinvolgente dal punto di vista emotivo è stato lo spettacolo che ha allietato per un paio d’ore i tantissimi spettatori presenti. Ad esibirsi sono state le orchestre e i cori delle scuole medie ad indirizzo musicale. Sul palcoscenico si sono alternati gli allievi degli istituti “D’andrea” di Bova Marina, “Alvaro” di Delianuova, “Pentimalli” di Gioia Tauro, “Marzano” di Laureana di Borrello, “Alvaro” di Melito Porto Salvo, “Minniti” di Palmi, “Alighieri”, “Boccioni”, “Da Feltre”, “De Gasperi”, “Gebbione-Bevacqua”, “Ibico”, “Pythagoras” e “Vitrioli” di Reggio Calabria, “San pio da Pietralcina” di Saline Ioniche, “Tizzone” di San Ferdinando”, “Barloon” di Seminara”, “Pedullà” di Sidereo, “Caminiti” di Villa San Giovanni ed i plessi di Anoia, Campo Calabro, Gerace, Gioiosa Ionica, Mammola, Monasterace,, Catona, Gallico e Ravagnese. I musicisti hanno dato vita a performance singole e di gruppo. Di assoluto valore artistico sono risultati i brani natalizi eseguiti dall’orchestra e dal coro uniti (diretti Dario Siclari), dall’orchestra di fiati (diretti da Maurizio Managò). E dalle orchestre unite (dirette da Francesco Passatelli). È oramai da diversi anni che nelle scuole medie viene proposto il corso ad indirizzo musicale. Molte sono state e continuano ad essere le adesioni e la riprova è rappresentata dalla folta partecipazione alla manifestazione di fine anno promossa dall’Ufficio scolastico col patrocinio dell’Amministrazione provinciale, del Comune di Reggio Calabria, dell’Arcidiocesi di Reggio-Bova e dell’Ufficio scolastico regionale della Calabria. In città come in provincia i giovani di talento si avvicinano al mondo delle note scolastico, dimostrando ottime capacità. «È stato veramente emozionante – ha detto la dirigente scolastica della media “Alvaro” di Melito Porto Salvo, Irene Mafrici – vedere all’opera i nostri ragazzi davanti ad una platea gremita e attenta. Non avevamo bisogno, ma nell’occasione è emerso ancora più chiaro il valore del corso ad indirizzo musicale, che si avvale di insegnati qualificati. Il corso di musica triennale prevede l’insegnamento teorico-pratico di quattro strumenti musicali: flauto, violino, chitarra, e pianoforte, dando risalto alla musica d’insieme come importante momento di aggregazione che conduce i ragazzi ad esibirsi pubblicamente sia sul territorio melitese che al di fuori». Ma al di là della qualità musicale che ha messo in vetrina talenti dalle sicure prospettive, il concerto ha assunto un valore più ampio. È la dimostrazione come la Scuola, se interpretata da tutti gli attori (insegnanti, personale tecnico-amministrativo, ragazzi, genitori, dirigenti scolastici) nella giusta direzione, è ancora la base di partenza per la crescita dei nostri ragazzi. È nella Scuola che i giovani possono affinare le loro capacità, maturando esperienze insostituibili che saranno le garanzie per il loro futuro.

Gazzetta del Sud del 20.12.2009 – Giuseppe Toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sette + = 16